Yara Birkeland, la prima nave autonoma a emissioni zero

Yara Birkeland sarà la prima nave portacontainer completamente elettrica e autonoma al mondo, a emissioni zero. Con questa nave si ridurrà il trasporto di camion con motore diesel di 40.000 viaggi all’anno.

Chiamata “Yara Birkeland” dal fondatore di Yara, Svein Tore Holsether, in onore del famoso scienziato e innovatore norvegese Kristian Birkeland, la nave sarà il primo alimentatore per container completamente elettrico al mondo.

“Con Yara Birkeland spostiamo i trasporti dalla strada al mare e quindi riduciamo il rumore e la polvere, miglioriamo la sicurezza delle strade locali e riduciamo le emissioni di NOx e di CO2” afferma Svein Tore Holsether, Presidente e CEO di Yara.

Questa nuova nave a emissioni zero sarà un punto di svolta per il trasporto marittimo globale contribuendo a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite.

“In qualità di azienda leader mondiale nel settore dei fertilizzanti con la missione di nutrire il mondo e proteggere il pianeta, investire in questa nave a emissioni zero, per trasportare le nostre soluzioni nutrizionali per colture, si adatta bene alla nostra strategia. Siamo orgogliosi di lavorare con KONGSBERG per realizzare la prima nave autonoma e completamente elettrica al mondo ad entrare in attività commerciali “, afferma Svein Tore Holsether, Presidente e CEO di Yara.

“Ogni giorno sono necessari più di 100 viaggi con camion diesel per trasportare i prodotti dallo stabilimento di Porsgrunn di Yara ai porti di Brevik e Larvik, dove spediamo i prodotti ai clienti di tutto il mondo. Con questa nuova nave portacontainer autonoma a batteria spostiamo il trasporto dalla strada al mare, riducendo così le emissioni di rumore e polvere, migliorando la sicurezza delle strade locali e riducendo le emissioni di NO x e CO 2 “, afferma Holsether.

L’operazione è programmata per iniziare nella seconda metà del 2018, spedendo i prodotti dallo stabilimento produttivo di Porsgrunn a Brevik e Larvik in Norvegia.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo