Stamattina mi sono venduto il divano!
Temevo che qualche mio fratello, venendomi a far visita di cortesia, mi avrebbe potuto trovare, magari per distrazione, seduto sul divano, e per non creare equivoci, in relazione al futuro reddito di cittadinanza, mi sono prevenuto: ho lasciato solo quattro sedie nella cucina, e una vecchia sedia scassata, di plastica verde, fuori al balcone.
Fate attenzione, perché avere un divano in casa, può essere rischioso, e le risatine sarcastiche io non le sopporto: “hai visto…, prende il reddito di cittadinanza ma tiene il divano, è un fannullone!”
Chiunque riceverà il reddito di cittadinanza, abbia l’accortezza di non farsi mai scoprire sul divano, e quando bussano alla vostra porta, alla frase: “lei sicuramente stava seduto sul divano!” voi rispondete: “voi parlate di quel coso con cuscini morbidi, spesso di pelle o di velluto che si usano nei salotti? Mai comprato uno, ho le emorroidi perché amo sedere su sedie di legno duro, e quando posso, resto in piedi, mica come quei dirigenti che usano sedie di pelle umana girevoli, e tornano sudati a casa tutte le sere, o i giornalisti televisivi che siedono sui carboni ardenti tutta la giornata!!”

Bruno Fusco