Sanità tra presente passato e futuro. La Lorefice alla prima convention del management della sanità

Di Marialucia Lorefice:

Di Marialucia Lorefice

Ho avuto il piacere di partecipare alla “Prima Convention del Management della Sanità italiana tra passato, presente e futuro” dedicata ai 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale e ai 20 anni di Aziende Sanitarie, organizzata da Fiaso(Federazione italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere).

Ho sottolineato come l’attuazione prolungata di tagli lineari ha aggravato negli anni le disuguaglianze sociali e territoriali esistenti nel Paese, pregiudicando in molti casi l’accesso alle cure per le fasce deboli e nelle regioni più in difficoltà.

Oggi la nostra è una sanità a più velocità.

Ho reputato opportuno evidenziare il ruolo fondamentale che rivestono le Aziende sanitarie per il funzionamento del Ssn e il lavoro che il Governo e il parlamento stanno facendo per rilanciare la sanità pubblica.

È necessario investire in salute attraverso la prevenzione e la tutela dell’ambiente, recuperare risorse attraverso la lotta agli sprechi e alle inefficienze.

Nella legge di Bilancio abbiamo previsto lo stanziamento di oltre 1 miliardo di euro in più nel 2019 da destinare al Fondo Sanitario Nazionale e di 4,5 miliardi in più per il prossimo triennio. Buona parte di queste risorse saranno destinate ai miglioramenti economici per tutto il personale del nostro sistema sanitario nazionale: dirigenza medica, comparto e medicina convenzionata.

Ai contenuti della Legge di Bilancio si aggiungono altre misure che abbiamo già previsto come l’aumento di 900 borse di studio per la specializzazione di giovani medici, l’investimento di 2 miliardi in più in edilizia sanitaria, l’istituzione del Fondo per la riduzione delle liste d’attesa, finanzianto con 150 milioni di euro nei prossimi tre anni.

Abbiamo un compito importante, rendere concreto il concetto di universalità, di sanità accessibile, efficiente ed equa, da nord a sud.

Rappresentiamo un’eccellenza nel panorama internazionale, un modello e abbiamo la responsabilità di continuare ad esserlo.

Insieme a me, erano presenti anche le colleghe Mara Lapia e #FabiolaBologna



FONTE
: Marialucia Lorefice