Per un quartiere dignitoso

A distanza di 3 anni ancora non si vede la luce sulla vicenda del quartiere LS1.

Messi nell’album dei ricordi i toni trionfalistici con i quali l’amministrazione comunale ha (giustamente?) presentato l’abbattimento delle stecche, il procedere dei lavori da troppo tempo fermi, e lo spostamento delle classi della Buonarroti seppur tra mille polemiche, l’intera vicenda e’ finita nelle stanze delle infinite discussioni, noiose e irritanti, sul “tocca a me o tocca a te”, del rimpallo delle responsabilita’, e del maggior valore o rendita che le parti intendono ottenere.

Ovviamente, sotto lo sguardo sbalordito dei residenti e dei genitori della scuola che da anni chiedono solo un ambiente pulito, sano e di qualita’.

Con la raccolta firme avviata da circa un mese, i residenti e i genitori chiedono che la vicenda abbia finalmente un lieto fine e che siano informati costantemente del procedere dei lavori per attribuire, in prima persona, il famoso valore aggiunto che spesso altri pretendono di conoscere.

Per questo, non solo l’LS1 deve tornare ad essere argomento di dibattito in Consiglio comunale e tra i residenti, ma pensiamo sia anche doveroso che essi stessi partecipino ai tavoli in cui ALER, Regione Lombardia e Amministrazione comunale decidono da anni, con evidenti difficolta’, del futuro dell’area e dei lissonesi stessi.

Potrebbero forse contribuire a una soluzione? O li consideriamo incapaci?



FONTE : Cittadini per Lissone – Storico M5s città Lissone

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi