PARTE MALE IL GOVERNICCHIO.

Daniela Bernardini

PARTE MALE IL GOVERNICCHIO..TUTTI PRETENDONO MINISTERI..NESSUNO HA LA VOGLIA DI PENSARE AI PROBLEMI DELL’ITALIA MA SOLO HAI PROPRI..LETTA RINUNCI ALL’INCIUCIONE E..RICOMINCIAMO DA CAPO!
I due partiti principali dovrebbero avere sette o otto posti ciascuno, Scelta Civica un paio. Resta il nodo dei tecnici. A Monti offerta la Convenzione per le riforme, ma vuole gli Esteri. Severino in pole, Cancellieri sarà confermata?
È un Enrico Letta trasformato, dall’aplomb presidenziale e dall’eloquio secco quello che si aggira nei Palazzi della politica nel suo primo giorno da presidente incaricato. Ma quando gli chiedono che «profilo avrà il prossimo governo», Letta si fa più prudente: «Vedremo». Una risposta realistica, più che diplomatica: le prime ore della sua missione si sono rivelate assai più complicate del previsto e dunque Letta ha cercato di disinnescare le prime, vistose mine comparse sul suo percorso. Ma intanto una prima, significativa decisione il presidente incaricato l’ha presa e riguarda la struttura quantitativa dell’esecutivo: se prenderà forma, ne faranno parte 18 ministri, di cui 12 con portafoglio e 6 senza. Esattamente come il governo Monti. Pd e Pdl aspirano ad avere lo stesso numero di ministri (7o 8), Scelta civica dovrebbe contentarsi di due, ma i pesi potrebbero variare per effetto del numero di tecnici

Riferimento: https://www.facebook.com/daniela.bernardini3/posts/612212272140700

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: Contenuto Protetto !!!