Nessuno ha voluto forzare la mano

La nostra amata Costituzione, all’articolo 92, attribuisce al Presidente della Repubblica la facoltà di nominare i Ministri su proposta del Presidente del Consiglio ma, ben più in alto ovvero all’articolo 1 sostiene solennemente che “La sovranità appartiene al popolo”.
Nessuno in questi 80 giorni ha voluto forzare la mano, nessuno ha voluto fare di testa sua, ma c’è un limite su tutto che va rispettato se ci si vuole ancora definire un Paese democratico ed è proprio che la volontà del popolo italiano deve essere rispettata.
Se gli italiani avessero voluto una squadra di governo in linea col pensiero dominante, con i diktat di Bruxelles e i pregiudizi dei tedeschi verso di noi, allora avrebbero continuato a votare i traditori della Patria del Partito Democratico.
Invece no, gli italiani hanno detto forte e chiaro che vogliono un governo del cambiamento e questo noi ci impegnano a fare usando le migliori risorse a disposizione.
In questi 5 anni nessuno è riuscito mai a criticare una nostra proposta, hanno sempre criticato i “modi” o le apparenze, oggi nessuno riesce a criticare i CV dei nostri ministri proposti a Mattarella e quindi credono di poterne criticare le idee. Questo sì che è da Ventennio.
Si inizi a rispettare in ogni suo articolo la Costituzione, poi saremo un Paese normale. Noi non molleremo.



FONTE :