Molti politici sono complici di pregiudicati, e lo sanno

Spesso mi sono chiesto perché la Mafia non si riesce a sconfiggere?

Puntavo sempre la mente su nomi delle famiglie note ai casellari giudiziari, a quelli che la stampa e l’informazione ci hanno passato come i padrini, la cupola, e così la camorra, gente all’ergastolo, arresti ripetuti, interi clan al Gabbio, i morti per mafia come Salvo Lima che disegnarono le trame e le nuove trattative con la DC Andreottiana, poi le stragi di mafia, e ancora la trattativa con lo Stato e la nascita di Forza Italia, e ancora oggi in Sicilia, come in Campania, in Lombardia, in Calabria…, direi in tutta Italia, la mano nera di certi uomini vive e tramanda usi e regole di mafia.

La mia domanda iniziale purtroppo ha trovato risposta: la mafia non si riesce, ancora, a sconfiggere, perché la mafia è una parte di popolo, milioni di persone, che trovano più comodo subire ma sopravvivere, che agire contro, e trovano in Silvio Berlusconi il loro specchio, sia nel bene, sia nel male, e anche l’informazione è mafia quando smette di fare le domande che bisogna fare!!

Molti politici sono complici di pregiudicati, e lo sanno, ma non hanno la forza per dominare la loro voglia di potere, non centra nulla la destra, la sinistra, tutte stronzate, e anche la mafia lo sa…, e come in Sicilia tutto resta come sempre per colpa loro, anche in Italia tutto andrà come sempre, ma c’è una possibilità, l’ultima, cambiare e andare a votare Movimento Cinque Stelle il 4 Marzo, lo scrivo per quelli indecisi, quelli che “sono tutti uguali”, e chi lo dice ha le stesse colpe dell’ultimo dei picciotti e non è migliore di un Salvini, di un Renzi, di un Orfeo, di una Gruber, o di una Meloni qualsiasi.

Bruno Fusco

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi