Migranti, UE non può lasciarci soli

Poco fa ho incontrato una delegazione parlamentare finlandese qui a Montecitorio, guidata dal Presidente della Commissione Finanze Mika Niikko.
Abbiamo discusso soprattutto del fenomeno migratorio e in particolare del sistema d’accoglienza dei due paesi.
Ricordo, infatti, che anche per la Finlandia l’immigrazione è strutturale: da anni è in forte aumento il numero dei cittadini di altri paesi che richiedono asilo.
Ho ribadito che se è vero che i principi fondanti dell’Unione Europea sono solidarietà e condivisione delle responsabilità, allora l’Unione Europea non può lasciare l’Italia e nessun Paese da solo. Servono un piano di aiuti economici davvero efficace e soprattutto norme davvero valide per tutti i paesi, al contrario di quello che è accaduto sulle quote.
Solo così ogni Stato membro sarà messo nelle condizioni di fare la propria parte.
E’ stato davvero molto utile scambiare prospettive e dati sugli ultimi flussi e analizzare insieme i punti di forza e di debolezza del proprio sistema d’accoglienza.



FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali

Potrebbe interessarti anche: