Inceneritore Busto, il M5S al fianco dei cittadini

Sentire ancora oggi definire un inceneritore come una risorsa per il territorio, crea di per sé già parecchie perplessità. Ancor più se questa difesa arriva da un sindaco: Emanuele Antonelli, primo cittadino di Busto Arsizio, nonché dal presidente di sezione di Legambiente: Andrea Barcucci.

La questione riguarda l’inceneritore Accam di Busto Arsizio.

Recentemente il comitato antinceneritore di Borsano, aveva attaccato la presenza dell’impianto imputando ad esso, oltre al forte disagio, anche il lievitare delle patologie cardiovascolari all’interno dei comuni limitrofi. Preoccupazioni bollate come insignificanti, ideologiche e ripetitive a dispetto di quello che è invece una risorsa per i cittadini.

Parole che stridono con quanto fatto da Legambiente proprio contro gli inceneritori, dichiarazioni in merito alle quali è immediatamente intervenuta la presidente regionale Barbara Megetto, la quale, in risposta a un post del nostro portavoce in consiglio Regionale Corbetta, ha scritto: “Mi spiace per l’accaduto. Da anni diciamo chiaramente che non abbiamo più bisogno in Lombardia di inceneritori. Di alcuni di questi, dei 13 impianti, ancora meno. Su Accam appoggiamo la linea scelta dai sindaci che ne hanno decretato la chiusura. Questa è la posizione ufficiale di Legambiente Lombardia e dei circoli che del varesotto e dell’Alto milanese facenti parte di Accam. Barcucci pare volesse solo rimarcare che mancava qualche dato a supporto della tesi del comitato. Per quanto mi e ci riguarda il Comitato ha il nostro pieno sostegno. Ci siamo già chiariti anche con il presidente del comitato”.

Il Movimento Cinque Stelle continuerà a combattere la battaglia contro gli inceneritori, sia a livello locale, sia a livello nazionale.

Riteniamo indispensabile affrontare il problema legato allo smaltimento dei rifiuti, secondo una nuova logica, una nuova visione che permetta di tutelare al massimo la salute dei cittadini e preservare il nostro territorio. A Pomezia, comune a Cinque Stelle, ad esempio la raccolta differenziata è al 60%, servizio avviato in tutta la città. Inoltre si è provveduto all’installazione delle macchine cosiddette “mangia rifiuti”, che forniranno ai cittadini i quali inseriranno nelle stesse bottiglie di plastica e lattine, buoni spesa da utilizzare negli esercizi commerciali della città.

L’obiettivo rifiuti zero è già stato raggiunto da alcune importanti città del mondo, una su tutte San Francisco. Il metodo e la maniera per coniugare le esigenze di smaltimento, con un processo che sia sostenibile e allo stesso tempo crei risorse e posti di lavoro, sono già a disposizione. Basterebbe smetterla di pensare che una visione ormai superata, possa ancora rappresentare una risorsa per il territorio.

L’articolo Inceneritore Busto, il M5S al fianco dei cittadini proviene da .



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: : http://www.massimoderosa.it/inceneritore-busto-il-m5s-al-fianco-dei-cittadini/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

error: Contenuto Protetto !!!