Gli affari sono affari

Nell’ultimo Consiglio Comunale la minoranza ha abbandonato l’aula in segno di protesta contro la decisione “strana” di indire una seduta in orari inconsueti, seduta molto importante per alcune decisioni che sono state prese per il futuro di Caselle che, secondo noi, dovevano essere valutate con la dovuta calma e ponderazione. Ma si era in campagna elettorale, come ha più volte rimarcato nella seduta stessa l’assessore Marsaglia; e quindi anche l’ordine del giorno era da campagna elettorale, evidentemente, come noi avevamo rimarcato.

Leggendo i verbali del Consiglio, siamo rimasti colpiti da un passaggio dell’assessore Marsaglia sull’inceneritore del Gerbido che riportiamo testualmente:
Prendo spunto da questa votazione per dire che il Comune di Caselle credo abbia fatto una buonissima operazione economico-finanziaria, perché negli anni il Comune di Caselle ha capitalizzato in quota TRM circa 232.000 euro in tre/quattro anni nei quali abbiamo ricapitalizzato la società. Con la vendita dell’80% il Comune di Caselle ha incassato poco meno di 400.000 euro, e ha come capitale sociale in TRM ancora 52.000. Perciò la ritengo un’operazione buonissima, perché i soldi che sono stati messi sono stati rivalutati di 2,7. È chiaro che se uno lo guarda sotto l’aspetto economico è stato un grosso risultato, perché questi 400.000 euro ci consentiranno di fare un’opera che purtroppo ahimè dovremmo dirlo in campagna elettorale, altrimenti avevamo già anche previsto l’ampliamento di una scuola con i soldi di TRM, ci consentiva l’ampliamento di una scuola, perciò è un’operazione finanziaria con i fiocchi e siamo particolarmente contenti di averla fatta. Ribadiamo anche oltre a questo il fatto di essere convinti che la scelta dell’inceneritore sia una scelta vincente e giusta.

Strano: eravamo convinti che il compito dell’amministrazione non fosse quella di fare delle operazioni finanziarie con i soldi dei cittadini, altrimenti avremmo preferito eleggere un broker ai vertici dell’amministrazione piuttosto di un politico. Inoltre troviamo assai strano che un amministratore si vanti di avere fatto “affari” su un impianto che desta molte preoccupazioni dal punto di vista sanitario a tal punto che la Provincia di Torino ha dovuto prevedere nella deliberazione di V.I.A. un “Piano di sorveglianza sanitaria e di conoscenza della variazione dello stato di salute della popolazione residente”.

Ma forse siamo solo degli illusi e dei dilettanti della politica.{jcomments on}

FONTE: : http://www.m5scaselletorinese.it/news-dal-comune/106-gli-affari-sono-affari.html