EQUILIBRIO AMBIENTALE A RISCHIO A POGGIBONSI, PRESENTEREMO UN’INTERROGAZIONE REGIONALE

Dona oggi, e rimani informato anche domani. Con Paypal: https://www.paypal.me/sel5stelle

I lavori di riqualificazione di piazza Mazzini prevedono l’abbattimento di alberi e la conseguente distruzione di un’area di nidificazione di specie animali tutelate. I consiglieri Irene Galletti e Gabriele Bianchi:Azione grave. Stop alle opere e nuovo progetto nel rispetto delle leggi.”

Dona oggi, e rimani informato anche domani. Con Paypal: https://www.paypal.me/sel5stelle

“Vogliamo chiarezza – spiegano i consiglieri Gabriele Bianchi e Irene Galletti – riguardo le opere di riqualificazione di quell’area. Abbiamo fondato motivo per credere che si stiano verificando gravi mancanze in merito alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico ambientale. Chiediamo quindi lo stop immediato dei lavori e una riconsiderazione del progetto che preveda il pieno rispetto delle normative.”

La legge regionale 30 del 2015 elenca in modo chiaro quali siano le specie arboree di pregio presenti nella piazza della cittadina senese. Piazza Mazzini costituisce un luogo storico del centro urbano di Poggibonsi, nonché, grazie alla presenza di numerose essenze tra cui cedri, lecci, ippocastani, un importante sito di riposo e nidificazione di differenti specie di avifauna. Sono ben 15 le specie individuate nel corso del tempo, tra cui il colombaccio, il merlo, la tortora dal collare, la capinera, il verdone e il verzellino.
I lavori di riqualificazione della zona, portati avanti dal Comune, prevedono l’abbattimento delle sopra ricordate essenze arboree con conseguente distruzione dell’area di nidificazione delle specie animali.Si tratta di un’azione grave. La questione – proseguono i consiglieri 5 stelle – è già sul tavolo europeo grazie alla nostra europarlamentare Eleonora Evi. L’Europa, infatti, dà indicazioni ben precise riguardo la salvaguardia di delicati equilibri ambientali, così come indicato sia nell’allegato numero due della Convenzione di Berna, sia richiamato dal Dpr 357 del 1997. Per le specie animali ed arboree sopra elencate, infatti, è vietato sia il deterioramento dei luoghi, sia la distruzione dei siti di riproduzione o di riposo”.



FONTE : Movimento 5 Stelle Toscana

Dona oggi, e rimani informato anche domani. Con Paypal: https://www.paypal.me/sel5stelle