Debiti fuori bilancio. M5S: A pagare siano dirigenti e politici che hanno malversato, non i cittadini

“Gli oltre 21 milioni di euro di debiti fuori bilancio di cui sta discutendo la II Commissione Ars e che rientrano tra quelli con sentenze passate in giudicato, sono la cartina al tornasole dello sfacelo e della gestione politico amministrativa dissennata. Ribadiamo con forza che a pagare siano quei dirigenti che hanno autorizzato tali spese allegre e non i cittadini”. E’ quanto dichiarano i deputati regionali del Movimento 5 Stelle Sergio Tancredi, Stefano Zito e Luigi Sunseri a margine della Commissione Bilancio Ars che aveva all’ordine del giorno il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio. “Sembra incredibile come in questa regione – spiegano i deputati – a pagare i debiti delle malversazioni e delle clientele di politici e dirigenti, debbano essere i cittadini e non si possano individuare i colpevoli. La politica regionale ha alimentato la burocrazia e la burocrazia, a sua volta, dopo essersi ingrassata, ha coperto e tutelato la politica. Oggi, quindi, ci siamo occupati ancora una volta non del futuro e dello sviluppo del territorio, ma di un fardello pregresso che peserà sulle tasche dei siciliani per i prossimi anni. Si è trattata peraltro dell’ennesima seduta di Commissione svoltasi nella totale assenza del governo. Oggi Armao era a Roma e può starci, ma non vediamo Musumeci da mesi. Fermo restando che si tratta di sentenze definitive che la regione deve pagare, ci chiediamo, se la Regione, sta pensando a soluzioni utili a fermare i contenziosi, altrimenti – concludono i deputati – ogni anno i debiti fuori bilancio saranno destinati ad aumentare”.




FONTE : sicilia5stelle

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi