Carne e prodotti caseari maggiori inquinatori del mondo

Le maggiori aziende produttrici di carne e prodotti lattiero-caseari del mondo potrebbero superare Exxon, Shell e BP come i maggiori inquinatori climatici del mondo entro i prossimi decenni.

In un momento in cui il pianeta deve ridurre drasticamente le sue emissioni di gas serra, i giganti delle proteine ​​animali stanno aumentando la produzione e le esportazioni.

GRAIN e  l’Istituto per l’agricoltura e la politica commerciale (IATP) hanno esaminato le 35 società più grandi del mondo e hanno scoperto che la maggior parte non sta segnalando i propri dati sulle emissioni di gas serra e pochi hanno fissato obiettivi che potrebbero ridurre le emissioni complessive.

Elenco Maggiori Produttori di Carne e Latte

La nuova ricerca di GRAIN e IATP mostra che:

  • Insieme, le cinque maggiori società al mondo di carne e latticini sono responsabili di più emissioni annuali di gas serra rispetto a Exxon, Shell o BP.
  • Entro il 2050, dobbiamo ridurre le emissioni globali di 38 miliardi di tonnellate per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius. Se tutti gli altri settori seguiranno questa strada mentre la crescita della carne e dei prodotti lattiero-caseari continuerà come previsto, il settore zootecnico potrebbe consumare fino all’80% del budget GHG consentito in soli 32 anni.
  • La maggior parte dei 35 giganti globali di carne e prodotti lattiero-caseari non riportano o sottovalutano le loro emissioni. Solo quattro di loro forniscono stime di emissioni complete e credibili.
  • Quattordici delle 35 società hanno annunciato alcune forme di obiettivi di riduzione delle emissioni. Di questi, solo sei hanno obiettivi che includono le emissioni della catena di approvvigionamento, ma queste emissioni possono rappresentare fino al 90% delle emissioni totali. Le sei società che si impegnano a tagliare le emissioni della supply chain stanno contemporaneamente spingendo per la crescita della produzione e delle esportazioni, portando le loro emissioni complessive verso numeri altissimi; sono quindi lontani dall’intenzione di ridurre le emissioni per chilo di latte o carne prodotta.

Urge assolutamente costruire sistemi alimentari che soddisfino le esigenze degli agricoltori, dei consumatori e del pianeta. Ma per farlo, bisogna rompere il potere dei grandi produttori di carne e latticini.

 



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo