Blockchain Partnership, rivoluzione epocale

Il nostro Governo ha firmato finalmente l’adesione dell’Italia alla Blockchain Partnership.
Prima di noi, tanti paesi hanno sottoscritto questa importante collaborazione (Austria, Belgio, Bulgaria, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Norvegia, Grecia, Romania, Danimarca e Cipro).

La tecnologia blockchain sta già entrando nella vita quotidiana di cittadini e imprese e comporta una vera svolta per la democrazia partecipativa, con trasparenza e sicurezza. La funzione primaria di una blockchain è, infatti, proprio quella di certificare transazioni tra persone.

Nell’ambito della proposta di legge della mia collega Dalila Nesci, in questi giorni all’esame della commissione che presiedo (https://bit.ly/2OdMKZQ), presenterò un ordine del giorno proprio in questa direzione: la sperimentazione della votazione digitale.
Significherebbe consentire in via sperimentale l’esercizio del diritto di voto in un luogo diverso dalla sede di residenza, o meglio presso postazioni pubbliche tramite l’utilizzo della tecnologia blockchain.

Video 



FONTE : Giuseppe Brescia | Deputato del Movimento Cinque Stelle, Presidente della Commissione Affari Costituzionali

Potrebbe interessarti anche: