ATO6Rifiuti Toscana Sud – “Se non è zuppa, è pan bagnato”…

Il Governatore Rossi, invecchiando, deve essere stato colpito da una forma di sordità selettiva, una di quelle per cui senti tutto benissimo a parte alcune parole. Nel suo caso le parole sono “ATO” e “soppressione”. Non si spiega altrimenti il fatto che, nonostante dal 2007 al 2012 siano intervenute due leggi finanziarie e un decreto legge che hanno abrogato le Autorità d’Ambito, definendole centri di spesa inutili e affidando la gestione dei rifiuti agli Enti locali, la Regione Toscana insista a volerle mantenere in vita semplicemente cambiandogli nome: un carrozzone inutile che fa lievitare il costo della gestione dei rifiuti e che, oltretutto, impedisce di distinguere i comuni virtuosi dagli altri . Non si spiega altrimenti il fatto che Rossi, nonostante la presidenza del Consiglio ad Aprile 2013 (non il sempre mal sopportato Renzi, si badi bene, ma nientemeno che l’esimio professor Monti) abbia emanato delle linee guida per l’affidamento dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, dove espressamente si afferma che i centri di spesa non devono essere duplicati…

FONTE: : http://www.siena5stelle.it/blog/2015/01/21/ato6rifiuti-toscana-sud-se-non-e-zuppa-e-pan-bagnato/