4 marzo 2018 un voto di libertà.

Quello che è accaduto il 4 marzo nelle cabine elettorali è straordinario davvero.

Non ci interessa sottolineare le sconfitte altrui, non ci interessano i giochi di potere all’interno dei consigli comunali o regionali con le loro diverse geografie politiche.

Ci interessa parlare della libertà.

Ecco cosa c’è nel voto del 4 marzo: la libertà dei cittadini di guardare nel panorama politico, di cercare una strada di cambiamento credibile  e di sceglierla con forza, determinazione ed entusiasmo travolgente.

Nessun ricatto, nessuna promessa e nessuna  burla (ne abbiamo sentite tante), ma la credibilità dimostrata attraverso anni di impegno e di un’opposizione come non c’erano mai stati. Questa è la verità.

Il M5s ha attratto forze sociali sane, con la precisa  volontà di ristabilire nella politica  valori,  regole e soprattutto  l’attenzione per i cittadini, utilizzati dai partiti solo come bacini di voti da tenere al cappio per poi offrire chimere elettorali, vedi LSU e schiere di precariato e mobilità.

Il M5s come un ciclone ha abbattuto clientele , ricatti occupazionali, promesse, menzognere e voto di scambio e ha (solo) iniziato una rivoluzione che è umana, culturale e poi politica, proponendo un  “metodo” legato ad  impegno e costanza. Questo metodo e questa speranza hanno contagiato tutti come fosse un’epidemia, e al sud è diventato trionfo.

In ciò che è accaduto non c’è spazio alcuno per le ricerche del consenso alla vecchia maniera, per il sostegno elettorale di Tizio o di Caio o di Signorelli o di qualsiasi altro, i quali, intendiamoci, sono liberi, in quanto cittadini, di votare il M5s ma lo facciano spontaneamente e per convinzione, senza nessun accordo sul voto e soprattutto senza volere salire sul carro dei vincitori!

Ad Amantea  quasi una persona su due ha votato M5s perché negli anni a livello locale, nazionale ed europeo siamo riusciti ad essere diversi dagli schemi della politica tradizionale e faremo di tutto perché questa diversità non solo continui a caratterizzarci, ma si rafforzi e si consolidi nell’azione di governo. E dia finalmente dignità ai cittadini e futuro all’Italia, iniziando un vero progetto politico contro la corruzione e la collusione.

Ad Amantea come altrove la libertà di questo voto ribalta il risultato delle comunali e ci dice che il consenso politico vero non è nei ricatti e nel voto di scambio, né nel voto del cugino o dell’amico. La Politica è la guida responsabile di una Comunità nell’interesse esclusivo dei cittadini, anche se è difficile credere che ciò sia possibile. Come vi siete liberati per le nazionali dai politici di professione, prendete coraggio e fatelo anche nei comuni, liberandovi di chi ancora promette cose che non può mantenere e vi imbonisce con pacche sulle spalle e frasi come “non ti preoccupare, me la vedo io”.

 È finito quel tempo, c’è una nuova aria di primavera e non sarà facile, ma sarà bellissimo farne parte!

Gruppo consiliare M5s Amantea

Francesca Menichino

Francesca Sicoli



FONTE : MoVimento 5 Stelle Amantea

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi