Vicenda della nave #Aquarius: i FATTI prima dello sciacallaggio.

di Ignazio Corrao

Sto vedendo grande fermento ideologico e propagandistico intorno a questa vicenda della nave #Aquarius…

Volevo quindi farvi ragionare su dei FATTI prima che veniate travolti dall’onda emotiva dello sciacallaggio mediatico.

1- L’Italia sta facendo quello che fanno sempre tutte le altre Nazioni che consideriamo evolute e democratiche, Malta anche in questo caso ti sorride e ti prende in giro (ha la capacità unica di scomparire dalle cartine geografiche quando non gli conviene).

2- L’Aquarius non è una bagnarola che sta affondando, ma una nave moderna dove nessuno sta rischiando la vita.

3- Il Governo Italiano ha inviato soccorso e medici a bordo di questa nave di Gibilterra nonostante sia molto più vicina a Malta (che neanche si degna di mandare medici) che alla Sicilia, perché l’umanità rimane una qualità che è rimasta solo agli italiani in questo Pianeta.

Insomma, o avete manifestato in questi anni contro Malta, la Francia e tutti i Paesi europei (o l’Australia, gli USA e via dicendo) perché sono dei disumani nazisti genocida, oppure dovete semplicemente assumere che l’Italia, non essendo più governata da chi dell’immigrazione ha fatto un business (e ha fatto un favore a tutti gli altri Stati), sta dicendo legittimamente che l’immigrazione verso l’Europa va gestita in modo congiunto e l’Italia, che può dare lezioni di umanità a tutti, non può più essere il campo profughi di tutta Europa.

Chi invece (strumentalmente) considera fascista il governo italiano, e ne ho letto tanti sui social, e poi magari simpatizza per l’europeista Emmanuel Macron o il nuovo premier socialista spagnolo Pedro Sanchez, ha gravi problemi mentali e gli consiglio uno strizzacervelli bravo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi