Viaggio nel Sistema Welfare Britannico

di Sal Sparace (Regno Unito) – Nel Regno Unito esistono mezzi di supporto finanziario per disoccupati, anziani, giovani ed anche lavoratori con basso introito. Sono strumenti che esistono in molti paesi europei. Con questo mio articolo voglio delineare caratteristiche e metodi di ogni sussidio statale.

Innanzitutto partiamo dal “Citizens Advice Bureau”, un ufficio nato nel ’39 con l’intento di aiutare i cittadini in difficoltà. Attualmente è una rete di 316 organizzazioni di beneficenza indipendenti che forniscono informazioni e consulenza gratuite e riservate alle persone con problemi economici, legali e di altro tipo. Nel 1948 invece venne introdotto il Welfare,  dalla convinzione dello stato, maturata durante la seconda guerra mondiale, di essere in grado di risolvere i problemi della popolazione nell’ambito sociale.

Ma arriviamo ad oggi.

Attualmente sul sito del governo britannico i cittadini possono calcolare, a secondo dei loro bisogni, che tipo di supporto ricevere: Indennità di disoccupazione, Sussidio per l’alloggio, Indennità di sostegno all’occupazione e crediti d’imposta. Nonostante ciò ogni giorno oltre £ 66.000.000 milioni non vengono richiesti ed utilizzati dai cittadini.

Vi elencherò in sintesi una lista degli aiuti che lo stato offre ai cittadini. Farò riferimento a i dati presenti nel loro sito (https://www.citizensadvice.org.uk/benefits/) e a fonti ufficiali governative (https://www.gov.uk/benefits-calculators) per illustratre come si possa vivere in questo paese in casi di disoccupazione o difficoltà finanziarie.

Aiuto per le persone con un reddito basso (Housing Benefit)

L’Housing Benefit aiuta le persone a pagare l’affitto. Si può avere anche se si ha un lavoro. Non è possibile ottenere l’Housing Benefit per sostenere i costi di un mutuo per la casa però si potrebbe essere in grado di ottenere aiuto sugli interessi ipotecari attraverso il sostegno al reddito, l’indennità per le persone in cerca di lavoro basata sul reddito, l’indennità di impiego e di sostegno (ESA) legata al reddito o il credito pensionistico.

A partire dal 2013, i sussidi sono gradualmente in fase di essere sostituiti dal ‘Credito Universale’ che può comprendere importi per l’affitto o ipoteca.

Sostegno al reddito

Supporto finanziario se si ha un reddito basso. È particolarmente comune per badanti, genitori o persone che si prendono cura dei bambini piccoli. Altre persone possono essere idonee, anche se non si è in uno di questi gruppi.

Quante ore di lavoro e quanto si guadagna influisce anche sul fatto che si possa richiedere il sostegno del reddito. Non c’è bisogno di un indirizzo permanente, quindi non importa se si vive in alloggi temporanei. Solitamente, non si può richiedere il sostegno al reddito se si sta già ricevendo l’indennità di disoccupazione (JSA) o l’Indennità di occupazione e sostegno (ESA).

Chi può ottenere il sostegno al reddito? Di solito si può richiedere il supporto del reddito dai 16 anni in poi e se:

  • incinta, o un accompagnatore o un genitore single che si prende cura di un bambino sotto i 5 anni.
  • Se si lavora meno di 16 ore a settimana (anche con un lavoro volontario non retribuito o in maternità o paternità non retribuita).
  • Se si hanno meno di £ 16.000 in risparmi.
  • Se non si può lavorare perché disabilitato o assistente di un disabile fuori dal lavoro.
  • Se si hanno dai 16-20 anni e si studia o si fa formazione a tempo pieno (escluso l’università)
Crediti d’imposta di lavoro e per i figli

Si possono ottenere crediti d’imposta lavorativi se si è a basso reddito e se si lavora almeno 16 ore a settimana.

Jobeeker’s Allowance (JSA)

Si ottiene la Jobeeker’s Allowance (JSA) mentre si cerca un lavoro a tempo pieno. Si può ottenere mentre si è senza lavoro o se si lavora meno di 16 ore a settimana.

Esistono 2 tipi di JSA, una basata sul reddito, l’altra su base contributiva. Entrambi pagano la stessa indennità personale, ma il processo di candidatura è diverso.

Aiuto con la tassa Comunale – Riduzione delle imposte del Comune

Riduzione delle tasse del Comune – noto anche come contributo fiscale del Comune – è una riduzione che si può ottenere se si ha un basso reddito.

Altri Aiuti disponibili

Se sussidi non danno abbastanza per vivere, si può ottenere un aiuto dal comune o un prestito senza interessi dal governo.

Se si hanno difficoltà mentre si è in attesa che i propri pagamenti inizino, si può ottenere il sussidio in anticipo.

Il Comune può darti inoltre dei buoni per contribuire a pagare per le necessità quotidiane come un pasto caldo, mobili di seconda mano ed elettrodomestici.

Ecco un esempio di pagamenti settimanali 2016/17 in sterline:

  • Single età 16–24 £57.90
  • Single età 25 or over £73.10
  • Single genitore età 16–17 £57.90
  • Single genitore età 18 or over £73.10
  • Coppia under 18 £57.90
  • Coppia under 18 – Higher rate £87.50
  • Coppia con un componente famiglia under 18, e l’altro superiore ai 18 – £114.85
  • Coppia entrambi 18 o passati £114.85

Ci possono essere opinioni contrastanti sulla tematica Welfare ma quello che è sicuro è che perdere il lavoro in UK non significa finire per strada o non avere nulla da mangiare.

 

L’AUTORE

Sal Sparace vive a Londra da circa 30 anni e lavora per la televisione britannica. E’ un italiano che ha lasciato l’italia negli anni ’80 iniziando il primo telegiornale internazionale con il giornalista Sandro Paternostro.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi