Sostegno agli enti locali, trasparenza ed onestà: la pdl Falanga passa con i miei emendamenti!
Sostegno agli enti locali, trasparenza ed onestà: la pdl Falanga passa con i miei emendamenti!

Sostegno agli enti locali, trasparenza ed onestà: la pdl Falanga passa con i miei emendamenti!

immagine

La legge sull’abusivismo edilizio è passata alla Camera! I miei emendamenti alla pdl Falanga (Atto Camera n°1994) sul fondo di rotazione (45 milioni in 4 anni) e la banca dati nazionale sono tra le novità più importanti.

Avevo annunciato durante la tavola rotonda dell’11 aprile u.s. “Abusivismo: dati, norme e inadempienze” (http://www.palermo5stelle.it/2016/04/20/labuso-persistente-contributi-raccolti/) che avrei proposto un emendamento sulla creazione di una banca dati nazionale, da costituirsi presso il Ministero delle infrastrutture, nella quale far confluire tutti i dati, comunali e regionali, relativi agli illeciti e ai provvedimenti emessi.

L’idea, ai tempi, dei big data è passata ed è ora un punto centrale nella legge contro l’abusivismo: la banca dati nazionale sull’abusivismo edilizio è un database nel quale gli enti, le amministrazioni ed il resto dell’universo a qualunque titolo competente sono tenuti a condividere ed inserire i dati.

Trasparenza e onestà! L’inadempienza da parte della PA è punita con sanzione pecuniaria a carico del dipendente pubblico inadempiente.

Buoni dati generano buone pratiche da cui una gestione più efficiente ed efficace e maggiore sostenibilità per il territorio. 

L’altra grande novità  da me fortemente voluta è il fondo di rotazione. La pdl approvata alla Camera prevede un fondo di 45 mln di euro, predisposto per l’integrazione delle risorse finanziarie oltre a quelli già a disposizione dei comuni (Cassa Deposito e Prestiti ecc.) per sostenere gli interventi di demolizione. Semplice e di grande sostegno per comuni e regioni, i quali ad oggi non riescono a disporre di finanziamenti sufficienti per portare a termine le ordinanze di demolizione e mettere in campo una efficace azione di tutela del nostro suolo.

Ora la palla passa al Senato, di nuovo. E’ il momento di dimostrare una volontà politica concreta che deve assicurare il buon esito della proposta di legge. Mi auguro che i nostri sforzi nel superare le criticità  e le mancanze con le quali il testo è uscito proprio dal Senato la prima volta non vengano resi vani. C’è un disperato bisogno di questa legge, per combattere l’illegalità, valorizzare i nostri paesaggi e tutelare i diritti dei cittadini onesti.

Come si dice di solito: la Falanga è entrata Papa ed è uscita Cardinale.

 



FONTE : Movimento 5 Stelle Palermo