San Biagio Platani: Presentato esposto alla Guardia di finanza e alla Corte dei conti di Palermo.
San Biagio Platani: Presentato esposto alla Guardia di finanza e alla Corte dei conti di Palermo.

San Biagio Platani: Presentato esposto alla Guardia di finanza e alla Corte dei conti di Palermo.

Inviato dal Meetup “Grilli 5 Stelle – San Biagio Platani” un esposto-segnalazione riguardante alcune delibere approvate dalla Giunta comunale nonostante il parere contrario del Responsabile del Settore finanziario. Ancora una volta la prova che il nostro paese è amministrato da soggetti impreparati e irresponsabili. Irresponsabili perché ci sta portando dritti nelle mani di un commissario che se malauguratamente dovesse arrivare si troverà le casse completamente vuote, e per non fare affondare il paese userà mezzi pesantissimi, compresi i licenziamenti.

Nonostante il dichiarato pre-dissesto finanziario e i continui richiami della Corte dei Conti l’equipe dei “soliti 4” ha continuato a sperperare denaro pubblico come se nulla fosse. La situazione è fuori controllo, le casse comunali sono vuote, il degrado è sotto gli occhi di tutti: dipendenti comunali non pagati, comune commissariato per il bilancio 2015, del bilancio di previsione 2016 nessuna traccia, disagi per gli studenti pendolari, mensa scolastica per mesi bloccata, nessuna delega assessoriale per i “lavori pubblici“, approvata dai consiglieri di maggioranza una “variante” illegale al Piano Regolatore Generale (fortunatamente respinta dal C.R.U.), per il secondo anno consecutivo nessuna disinfestazione, discariche abusive alle periferie del paese, roghi maleodoranti e inquinanti di rifiuti, servizio di raccolta dei rifiuti fuori controllo.

Una situazione sociale, ambientale e sanitaria ormai visibile solo in paesi non civili. Risultati, questi, dell’incapacità di un’amministrazione che finanzia le proprie inefficienze e  i propri interessi (solo nel 2015 sono stati liquidati 77.000€ di indennità di carica) alzando le tasse e presentando un conto ogni anno più alto ai cittadini sambiagesi. Tutto questo ci sta portando alla povertà. Già non pagano gli stipendi. Se arrivasse un commissario a sanare i loro errori e misfatti rischierebbe di licenziare i precari. E loro che fanno? Intascano indennità e aumentano il deficit già enorme del comune.

Per tali motivi oggi, più che mai, riteniamo che gli sperperi e gli illeciti debbono essere segnalati e denunciati perché smettano di sperperare e intascare. Presenteremo pertanto un esposto alla Corte dei Conti perché siano loro a pagare e non i cittadini o i dipendenti.





FONTE : sicilia5stelle