Rifiuti: costante emergenza in Puglia.
Rifiuti: costante emergenza in Puglia.

Rifiuti: costante emergenza in Puglia.

La Regione Puglia rimanda la soluzione definitiva del problema: quando interviene non si preoccupa mai di prevenire ma solo di contenere le emergenze. Per i rifiuti abbandonati potrebbe stanziare ad esempio risorse per la raccolta ordinaria dato che i Comuni sono al collasso economico: evidente è più comodo gestire l’emergenza invece di risolverla con una seria pianificazione pluriennale degli interventi.

Il problema della produzione di rifiuti non si risolve nascondendoli in discariche e inceneritori, come la polvere sotto il tappeto! È evidente che Emiliano non ha alcuna intenzione di favorire la strategia “rifiuti zero”. Emiliano sa benissimo che attualmente sono in corso diversi procedimenti per l’ampliamento di molte discariche giustificati proprio dalle varie finte emergenze. D’altronde era proprio lui che in campagna elettorale dichiarava in pubblico che non si può governare senza l’avallo della lobby dei gestori dei rifiuti!

Oltre ad essere un ente che distribuisce poltrone ai fedelissimi di Emiliano a cosa serve l’Agenzia Regionale dei Rifiuti? Quali provvedimenti sta attuando con i soldi delle tasse dei pugliesi? Quali atti concreti ha compiuto per diminuire la produzione dei rifiuti e favorirne la raccolta differenziata che già nel 2012 doveva essere almeno al 65% per legge?

Il TAR ha recentemente riconosciuto che alcune discariche, per esempio quelle della Vergine nei pressi di Lizzano, sono prive di fidejussioni. Le aziende che le gestiscono, “opportunamente” falliscono nella fase di chiusura quando avrebbero l’onere di sostenere i costi per la bonifica. Cosa sta facendo la Regione per verificare che tutti gli impianti di smaltimento abbiano le fidejussioni in regola?



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Diego De Lorenzis : http://www.diegodelorenzis.it/rifiuti-costante-emergenza-in-puglia.php