PORTAVOCE M5S

Riassetto sanità Calabrese: Ho scritto a Irto sollecitando la discussione in Consiglio Regionale

Come sapete, il 16 dicembre scorso abbiamo presentato una specifica proposta di legge regionale, di iniziativa popolare, con oltre 5mila firme. Al momento, la proposta è ferma in Consiglio regionale. Se passa, risparmieremo un bel po’ di soldi e avremo meno burocrazia nella gestione della sanità della Calabria.

Con una lettera ufficiale al presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ho sollecitato la discussione della proposta di legge regionale di iniziativa popolare in materia di sanità, promossa da me e presentata lo scorso 16 dicembre con oltre 5mila firme. «Crediamo – ho scritto – che il disegno di legge possa favorire una riappropriazione degli spazi e delle prerogative della politica, nell’accezione più ampia e nobile. Pensiamo che il testo in questione sia integrabile e migliorabile, se discusso in un’ottica che miri, come auspichiamo, al bene comune, interesse superiore e obiettivo che trascende la nostra parentesi politica di eletti». «Possiamo iniziare – ho aggiunto – un capitolo tutto nuovo, partendo proprio dal riassetto istituzionale del Servizio sanitario regionale, che abbiamo previsto con finalità di semplificazione delle procedure burocratiche; di risparmi di costi, soprattutto dirigenziali; di migliore utilizzo del personale sanitario a disposizione delle Aziende, anche per impieghi immediati in situazioni di carenza di organico; di separazione, infine, delle della medicina ospedaliera da quella del territorio, in termini di organizzazione e gestione dei rispettivi servizi». «La democrazia, conveniamo, è – ho sottolineato nella lettera a Irto – condivisione, partecipazione, dialogo e progetto»



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Dalila Nesci : http://www.dalilanesci.it/riassetto-sanita-calabrese/