Rho-Monza ripristinato Osservatorio Ambientale: “Vittoria da condividere, ora evitare discontinuità”

Ripristinato l’Osservatorio Ambientale(O.A.)  sulla Rho – Monza.

Attraverso una lettera indirizzata ad Autostrade per l’Italia, Serravalle, Regione Lombardia e Città Metropolitana, il ministero dell’Ambiente ufficializza il passo indietro, rispetto a quanto disposto a inizio aprile. Una vittoria per chi si era battuto contro una decisione priva di fondamenta e le cui ripercussioni avrebbero finito per pesare sul territorio. Soddisfazione, almeno parziale, quindi per i cittadini del CCIRM ( Comitato Cittadini per l’Interramento della Rho-Monza) e per il Movimento Cinque Stelle che si era fatto portavoce delle istanze dei cittadini all’interno delle Istituzioni.

Si tratta sicuramente di un successo condiviso, anche se restiamo tuttora basiti per quanto accaduto un mese fa. Accogliamo positivamente il dato sul ripristino dell’Osservatorio, ora ci auguriamo non vi sia discontinuità nell’operato. Continua poi a non essere chiaro il motivo per cui il ministero citi un decreto legislativo datato 2017, ignorando come l’Osservatorio Ambientale sulla Rho-Monza sia stato istituito nel 2014 e non sia pertanto soggetto al decreto al quale la Direzione Generale del ministero fa riferimento.

Curioso anche il fatto che, in calce alla lettera con la quale l’O.A. viene ripristinato, il ministero chieda l’assenso di Società Autostrade e Serravalle. È quantomeno strano chiedere consenso a chi, come Milano Serravalle ha impugnato il decreto 2014 non corrispondendo, in questi anni alcun emolumento all’osservatorio stesso. Identico discorso vale per Autostrade per l’Italia, società che giusto di un mese fa chiedeva la chiusura dell’osservatorio stesso ritenendone non giustificabili i costi.

L’ultima questione riguarda la composizione dell’O.A. Il ministero, all’interno della sua missiva, indica infatti una nuova composizione dell’Osservatorio, finalizzata presumibilmente alla rimodulazione dei costi. Come mai si parla di risparmio, solo quando c’è necessità di tagliare spese destinate ai servizi per i cittadini? Non sarebbe più utile, in vista di quelli che ci auguriamo essere gli ultimi due anni di lavori, confermare, almeno in parte, chi in questi anni ha preso coscienza delle problematiche ambientali relative alla costruzione dell’opera? Ci auguriamo che il lavoro portato avanti finora possa procedere senza soluzione di continuità.

L’articolo Rho-Monza ripristinato Osservatorio Ambientale: “Vittoria da condividere, ora evitare discontinuità” proviene da Massimo De Rosa.



FONTE : Massimo De Rosa

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi