Polito el drito

L’editoriale di ieri del Corriere della Sera era intitolato “L’ultima occasione di Grillo“. E’ curioso che a scriverlo sia stato Antonio Polito, uno che di occasioni non ne ha avute mai, se non quella di servire il potere. Ha vissuto di stipendio pubblico come deputato, di finanziamenti pubblici al partito e di finanziamenti pubblici al suo giornale “Il riformista” poi fallito. Non ha avuto né una prima né un’ultima occasione e degli elettori se ne è sempre fregato, come ammise candidamente già nel 2007, quando era deputato, in una comparsata televisiva da Santoro rimasta negli annali del web. Alla domanda di Travaglio sul perché non iniziassero a realizzare il programma, quello per cui fu eletto Prodi e anche Polito come parlamentare, come giustamente chiedevano gli elettori Polito rispose: “Il programma è impossibile da applicare tutto perché sono 280 pagine.“. Travaglio quindi chiese se si rendeva conto che queste parole significavano che erano stati truffati gli elettori con un programma che si sapeva irrealizzabile. Polito aveva perso l’occasione, di stare zitto.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

FONTE: : http://www.beppegrillo.it/2014/12/polito_el_drito.html

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi