Pensioni e vitalizi: L’ex sindaco di Cinisello promuove l’ennesimo privilegio per la casta
Pensioni e vitalizi: L’ex sindaco di Cinisello promuove l’ennesimo privilegio per la casta

Pensioni e vitalizi: L’ex sindaco di Cinisello promuove l’ennesimo privilegio per la casta

Ve la ricordate Daniela Gasparini? E come potreste dimenticarla? L’attuale rappresentante in Parlamento del Partito Democratico è stata per tredici anni sindaco di Cinisello Balsamo. Per esattezza dal 1994 al 2004 e dal 2009 al 2013, quando si dimise da Sindaco con un anno di anticipo per una più comoda poltrona a Roma. Come ricordano i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, i quali sottolineano: “Su di un territorio già cementificato al 75% ed inquinato da 90 milioni di veicoli che vi transitano ogni anno, sul quale ha deliberatamente adottato il progetto di un centro commerciale tra i più grandi del nord italia (150.000 mq di slp) destinato inevitabilmente a congestionare e inquinerà ulteriormente il comune di Cinisello”. Ora l’ex sindaca è balzata nuovamente al dis-onore delle cronache.

Sua infatti la proposta di aumentare, addirittura del 20%, la pensione di reversibilità per i congiunti dei parlamentari. Sì perché secondo la deputata PD Gasparini: “È ingiusto che i congiunti dei parlamentari finiscano per fare la sguattera o il giardiniere”. Un insulto non da poco, da parte di una politica che ha cominciato la propria carriera nelle fila del Partito Comunista. Proprio ora che stiamo per vincere la battaglia, contro l’odioso privilegio del vitalizio, il PD prova ad istituite l’ennesima corsia preferenziale a favore della casta. Non riescono proprio a rinunciare ai privilegi, è più forte di loro. Troveranno la nostra opposizione. Contro la proposta Gasparini abbiamo già presentato un emendamento ad hoc, firmato Luigi Di Maio.

Una proposta, quella del PD, che va in completo contrasto con quanto dichiarato a proposito delle intenzioni di voto sulla proposta Richetti, la cui discussione in Aula fissata lo scorso 31 maggio è ancora una volta slittata, la cui approvazione porterebbe all’abolizione dei vitalizi. Coerente la posizione del Movimento Cinque Stelle: “Noi vogliamo l’abolizione dei vitalizi e non è accettabile che, con una mano togli un privilegio, e con un’altra ne inserisci un altro”.



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: : http://www.massimoderosa.it/pensioni-e-vitalizi-lex-sindaco-di-cinisello-promuove-lennesimo-privilegio-per-la-casta/