Partiranno da gennaio le pensioni minime portate a 780 euro

Partiranno da gennaio le pensioni minime portate a 780 euro: ad annunciarlo è il viceministro dell’Economia, Laura Castelli.

Il reddito di cittadinanza è la base dell’intera manovra.
Si parte a gennaio con le pensioni di cittadinanza, portando le minime a 780 euro.
Poi ci vorranno da 3 ai 4 mesi per la riforma dei centri per l’impiego e successivamente partirà il reddito di cittadinanza.
La manovra costera’ 10 miliardi. Le risorse ci sono. Alcune sono quelle già esistenti nel bilancio dello Stato, altre saranno frutto delle razionalizzazioni.
Inoltre creeremo un’identità digitale del reddito di cittadinanza che servira’ a desincentivare il nero.
Tutte le banche dati necessarie saranno collegate. Inps, centri per l’impiego, centri di formazione.
Per far incontrare chi cerca e chi offre lavoro l’offerta di lavoro verra’ digitalizata,.
Avremo inoltre un borsellino elettronico per i pagamenti così da eviterr l’evasione, la corruzione, i furbetti.