Obiettivo…raggiunto!

Esattamente due anni fa decidevo di avviare una rubrica settimanale, “Obiettivo Esteri”, dove ogni venerdì ho commentato insieme a voi un argomento di politica estera.
Come Capogruppo della Commissione Affari Esteri per il MoVimento 5 Stelle è stato molto utile leggere i vostri commenti, le vostre critiche e le vostre riflessioni.
Vi ringrazio e devo dire che alcuni sono finiti nel programma che abbiamo stilato tutti insieme, frutto di convegni, ricerche e ausilio di esperti che ci hanno aiutato a sintetizzarlo.
Siamo riusciti a parlare di politica estera, approfondire un tema e portarlo all’attenzione di molti. Da questo punto di vista possiamo dire che l’”Obiettivo” è stato raggiunto. Credetemi, non era facile in un’Italia purtroppo, ancora, molto “provinciale”.

Ora però è il momento di vincere queste elezioni storiche. È un’occasione irripetibile e dedicherò ogni energia del mio corpo per raggiungere questo traguardo.
Obiettivo esteri, quindi, continuerà quando saremo maggioranza di governo (incrociamo le dita).
In questi due anni abbiamo discusso insieme di Siria, Yemen, Afghanistan, Palestina, Iraq, America Latina, BRICS, Nuova Via della Seta cinese, basi militari nel nostro Paese, disarmo e soprattutto Mediterraneo. Sì perché è con un nuovo ruolo di quest’aerea che si potrà rimediare ai disastri attuali dei nostri governi e delle organizzazioni sovranazionali che tengono il timone. Se leggete le nostre risoluzioni (molte a mia prima firma) su tutte queste questioni vedrete che, senza falsa modestia, abbiamo avuto ragione anni prima, molto prima di chi oggi, in campagna elettorale, è costretto a prendere le nostre stesse posizioni. Perché le loro sono state sconfitte dalla storia e da anni di errori.
Vi vorrei, in particolare, riportare quello che scrivevo lo stesso giorno dell’elezione di Trump:
“[…] quanto affermato sulle nuove relazioni con la Russia – partner per sconfiggere il terrorismo e non una minaccia – e una stabilizzazione della situazione in Siria con la promessa di non volersi sostituire alla popolazione del paese nello scegliere il suo futuro politico. Se confermato, sarebbe un grandissimo sospiro di sollievo per il mondo e una politica nella direzione giusta. Quella che noi del Movimento 5 Stelle chiediamo da mesi.
Vanno nella direzione sbagliata, invece, le minacce alla Cina e alla sua integrità territoriale, la promessa di spostare a Gerusalemme la sede dell’Ambasciata, la volontà di annullare l’accordo con l’Iran e, infine, le minacce varie fatte all’America Latina. Se a queste parole seguiranno azioni, noi del Movimento 5 Stelle saremo pronti a intervenire e criticare duramente l’amministrazione Trump, esattamente come abbiamo fatto con quella di Obama […]
Il resto del mondo, ora, deve compiere uno scatto d’orgoglio.� È giunto il momento di smettere di domandarsi cosa accadrà a tutti noi con Trump o con il prossimo Presidente degli Stati Uniti d’America.� È ora che il multilateralismo e la cooperazione tra le popolazioni gettino le basi di un nuovo sistema che rispetti la sovranità, l’indipendenza in tutte le sue forme e la non ingerenza in ogni singolo paese della Terra.� È ora che le vite di miliardi di persone non dipendano più dalle decisioni di una sola.”.
A voi dire se, anche in quell’occasione, abbia indovinato o meno.

Dicono che sono loro i “competenti” e fino al 4 marzo vi diranno che noi non saremo in grado di guidare questo Paese.
L’Italia – un Paese con 18 milioni di poveri o a rischio povertà, 11 milioni di persone che non si curano più per motivi economici, 3 milioni di disoccupati, 2 milioni e mezzo di precari, 14 milioni di abitanti nelle periferie, 700mila senza casa, quasi 5 milioni di emigrati all’estero e con i salari di chi lavora tornati al livello del 1995 (dati del Fondo Monetario Internazionale), è stata ridotta così dai “competenti”.
Loro sono i “competenti” e il nostro Paese si ritrova senza futuro. Noi, invece, siamo quelli che dal 5 marzo si rimboccheranno le maniche e lo ricostruiranno insieme a voi.

#Partecipa #Scegli #Cambia

#ObiettivoEsteri



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: : http://www.manliodistefano.it/obiettivo-raggiunto/