NOTA STAMPA – VICENDA PERUGINA-NESTLÈ. M5S: “COMUNE E REGIONE SI ATTIVINO FATTIVAMENTE PER LA RISOLUZIONE DELLA VERTENZA IN UN’OTTICA PROGRAMMATICA PER IL TERRITORIO”

NOTA STAMPA – VICENDA PERUGINA-NESTLÈ. M5S: “COMUNE E REGIONE SI ATTIVINO FATTIVAMENTE PER LA RISOLUZIONE DELLA VERTENZA IN UN’OTTICA PROGRAMMATICA PER IL TERRITORIO”

“La mancanza ad oggi di un piano industriale da parte della multinazionale Nestlè per garantire e rilanciare un marchio storico come quello della Perugina, richiede una presa di posizione forte da parte della Regione e del Comune ad un’azione concreta che consenta il rilancio della produzione, e quindi la salvaguardia del lavoro”. Ad affermarlo sono la parlamentare 5Stelle Tiziana Ciprini e i consiglieri comunali Cristina Rosetti, Stefano Giaffreda e Michele Pietrelli in occasione dell’incontro tenutosi stamani in Comune insieme al ‘Comitato resilienza operai Perugina’, conclusosi con l’approvazione da parte della Commissione IV di un ordine del giorno urgente che “impegna il sindaco Romizi e la Giunta ad attivarsi, di concerto con la governatrice Marini, per la risoluzione della vicenda.

L’odg – continuano i portavoce 5Stelle – segue a ben due deliberazioni del consiglio comunale, la prima delle quali risalente a gennaio 2015. Non è accettabile che la Perugina possa ridursi alla sola produzione di Baci e tavolette di cioccolato, con una prospettiva di lavoro per la quale, nel semestre più basso, sarebbero sufficienti circa 200 persone, e si andrebbe incontro ad altri esuberi. A tale proposito, chiediamo che il sindaco Romizi e la presidente Marini si attivino fattivamente ed esigano delle risposte chiare e concrete da parte del Mise e della Nestle’ circa le sorti dello stabilimento di San Sisto e l’attuazione del piano di rilancio previsto da 60 milioni di euro, di cui ancora non si conosce la progettualità. Impegniamo, inoltre, la Regione ad attivarsi al fine di offrire ai lavoratori in esubero un’alternativa occupazionale di pari dignità per garantire i livelli lavorativi e salariali.

L’odg ha anche accolto le istanze dei lavoratori alle istituzioni di farsi promotrici di una richiesta di sospensione della procedura di chiamata da parte dell’azienda per formalizzare la riduzione dell’orario di lavoro, con la concreta possibilità dell’apertura alla cassa integrazione. Tutto ciò, per consentire ai lavoratori di avere più tempo per riflettere in maniera più ponderata possibile sulle scelte da fare, che condizioneranno la loro vita futura e delle famiglie.

Fino ad oggi, le istituzioni locali e la Regione hanno temporeggiato, ma è giunto il momento di pretendere dalla multinazionale azioni concrete per una reale strategia di rilancio e, soprattutto, per garantire quella dignità a tutti i dipendenti coinvolti, garantendo la qualità delle condizioni contrattuali e occupazionali, finora disattese da Nestlé” – concludono i portavoce 5Stelle.

L’articolo NOTA STAMPA – VICENDA PERUGINA-NESTLÈ. M5S: “COMUNE E REGIONE SI ATTIVINO FATTIVAMENTE PER LA RISOLUZIONE DELLA VERTENZA IN UN’OTTICA PROGRAMMATICA PER IL TERRITORIO” sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.

VIDEO Luigi Di Maio Presenta I 20 Punti Del Programma Per La Qualità Della Vita Degli Italiani.



FONTE : Tiziana Ciprini