NOTA STAMPA – NESTLÈ -PERUGINA. INCERTEZZE SUL FUTURO DEL PERSONALE
NOTA STAMPA – NESTLÈ -PERUGINA. INCERTEZZE SUL FUTURO DEL PERSONALE

NOTA STAMPA – NESTLÈ -PERUGINA. INCERTEZZE SUL FUTURO DEL PERSONALE

NOTA STAMPA – #NESTLÈ #PERUGINA. INCERTEZZE SUL FUTURO DEL PERSONALE. CHIESTO AL GOVERNO UN INTERVENTO CHE GARANTISCA LA PRODUZIONE E I LIVELLI OCCUPAZIONALI DELLO STABILIMENTO DI SAN SISTO”

Perugia, 23 maggio 2017
A tutt’oggi, nello stabilimento ‘Perugina’ di San Sisto, rimane ancora l’incertezza per molti dipendenti in merito al proprio futuro lavorativo e all’impatto occupazionale delle future scelte aziendali, nonostante siano stati già sottoscritti contratti di solidarietà allo scopo di assorbire gli esuberi. L’interrogazione parlamentare presentata al Mise lo scorso aprile dalla deputata 5Stelle, Tiziana Ciprini, aveva sortito la convocazione di un tavolo di confronto alla presenza del Gruppo stesso e delle rappresentanze sindacali ma, di fatto, nulla è cambiato. “Il management Nestlè si limita a ribadire ogni volta l’importanza di un piano di ammodernamento per lo stabilimento di San Sisto, ma l’accordo sulla gestione futura del personale, con termine nel 2018 per i contratti di solidarietà, non è chiara – afferma Ciprini, che aggiunge: “La scorsa settimana, presso la sede di Confindustria Umbria, la dirigenza della multinazionale svizzera e le Rsu si sono incontrati per discutere il rilancio del sito di San Sisto. Nel corso dell’incontro, le parti hanno delineato l’esigenza di continuare a sostenere il piano di sviluppo del business dolciario, che punta a valorizzare le attività e le competenze dello stabilimento di San Sisto, oltre che fare di ‘Baci Perugina’ un brand globale, simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo. La Nestlè – continua la deputata – ha presentato lo stato di avanzamento del piano di sviluppo commerciale sui mercati italiani ed esteri, nonché del piano di riassetto industriale della fabbrica di S. Sisto, sostenendo che la strategia di business condivisa negli accordi intercorsi lo scorso aprile, abbiano mostrato segnali positivi. L’azienda, inoltre – osserva Ciprini – ha illustrato il progetto del futuro assetto organizzativo della fabbrica, precisando che la trasformazione della stessa potrà impattare sull’attività dei dipendenti, rispetto ai quali Nestlé ha confermato la piena disponibilità ad attivare ulteriori forme di tutele sociali. A tale proposito ho presentato, insieme al collega Filippo Gallinella, una nuova interrogazione al Mise e al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, affinché venga predisposto un serio progetto industriale condiviso dalle parti sociali interessate. Il clima di incertezza sul futuro lavorativo dei numerosi dipendenti – conclude Ciprini – deve far riflettere il Governo: la priorità, adesso, è garantire in maniera efficace il ruolo produttivo e i livelli occupazionali dello stabilimento storico di San Sisto, fiore all’occhiello dell’Umbria e del made in Italy”.



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Tiziana Ciprini : http://www.tizianaciprini.it/nota-stampa-nestle-perugina-incertezze-sul-futuro-del-personale/

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *