NEWSLETTER 22122016 – Novità dal MoVimento Siena 5 Stelle
NEWSLETTER 22122016 – Novità dal MoVimento Siena 5 Stelle

NEWSLETTER 22122016 – Novità dal MoVimento Siena 5 Stelle

Cara amica e caro amico,

la tragicomica situazione della Banca MPS sembra ormai giunta al capolinea, in previsione di un pesante intervento dello Stato (si parla di 20 miliardi di €) come ombrello per salvaguardare i risparmiatori. Proposta che l’aula di Montecitorio ha approvato in fretta e furia, sconfessando peraltro la “lentezza con cui in Italia si approvano le leggi” che la propaganda del SI sbandierava con spavalderia.

Non sappiamo ancora con certezza quali saranno le conseguenze per la Banca, per i risparmiatori e per i dipendenti. Ma se l’operazione di nazionalizzazione che chiediamo dal 2012, sia come gruppo di Siena che come gruppo Parlamentare del MoVimento 5 Stelle, fosse stata fatta per tempo, sarebbe stato possibile salvare molto più di quanto sarà possibile fare adesso. E, soprattutto, per noi rimane prioritario fare chiarezza sulle tante vicende legare alla Banca ancora oscure, come la tragica scomparsa di David Rossi, l’acquisto di BAV ed il ruolo degli organi di vigilanza, come la CONSOB e BankItalia.

Per sensibilizzare nuovamente la cittadinanza su questi temi, venerdì 16 abbiamo organizzato un flash-mob in Piazza Salimbeni, con i parlamentari del MoVimento 5 Stelle. Purtroppo, a causa di alcune vicende, il pullman dei parlamentari non è potuto partire ma il gruppo di Siena ha deciso, coraggiosamente, di partecipare comunque alla manifestazione.

Manifestazione che, dobbiamo ammetterlo, non è stata molto partecipata: assenti anche i portavoce regionali, oltre a gran parte dei portavoce comunali della provincia. Peccato perché è importante ricordare che Banca MPS, con i suoi oltre 25.000 dipendenti, è la maggiore azienda toscana e l’indotto ricade positivamente su tutta la Regione: non capirne l’importanza è, pertanto e nella migliore delle ipotesi, politicamente miope.

Durante la manifestazione abbiamo avuto modo di ricordare alla stampa presente le nostre posizioni, oltre ad aver mostrato alla città lo striscione che qualifica la nostra azione di denuncia: “a Siena hanno rubato un Monte“.

Il comunicato stampa che abbiamo inviato è disponibile qui: http://www.siena5stelle.it/blog/2016/12/19/movimento-siena-5-stelle-sollecitare-verita-giustizia-mps/


Sicurezza in città: incontro con il Prefetto

Il gruppo di Siena si è mosso anche sul tema della sicurezza in città, incontrandosi con il vice-prefetto vicario della Provincia di Siena, la dott.ssa Inzerilli.

L’incontro, svoltosi in un clima informale e collaborativo, ha permesso di evidenziare come vi sia una percezione diffusa del peggioramento delle condizioni di sicurezza nella nostra città. In particolare, oltre al fenomeno dei furti in appartamento e degli atti di vandalismo, abbiamo sottolineato come alcune nuove consuetudini -come la presenza di extracomunitari fuori dagli esercizi commerciali- siano deprecabili e sia necessaria l’azione delle forze dell’ordine. E’ stato altresì evidenziato il ruolo della cittadinanza come attore principale per le segnalazioni e le denunce alle forze dell’ordine, così che gli agenti possano attivarsi nei tempi più rapidi possibile.

La dott.ssa Inzerilli, oltre ad aver confermato la sua disponibilità, ha concordato con alcune nostre proposte e osservazioni, dimostrando particolare sensibilità al problema trattato.

Ne approfittiamo pertanto per ringraziare la dott.ssa Inzerilli per la disponibilità e cortesia dimostrata.


Rifiutopoli: il consiglio comunale straordinario sulla situazione dell’ATO 6 Sud

Ieri, mercoledì 21 dicembre, si è tenuta la seduta di Consiglio Comunale straordinario richiesto dalle opposizioni (http://www.siena5stelle.it/blog/2016/12/13/comunicato-stampa-la-nostra-richiesta-consiglio-comunale-straordinario-sulla-vicenda-investito-ato-rifiuti-6toscana/). E’ stata l’occasione per ribadire e sollevare nuovamente il problema della raccolta e dello smaltimento rifiuti nel nostro Comune, evidenziando come l’esperimento delle ATO sia fallito ed è pertanto necessario trovare una diversa forma di organizzazione del servizio, tutelando i dipendenti.

Sinceramente, è stato un Consiglio Comunale volutamente sotto tono, convocato ad ora tarda proprio per mantenere bassa l’attenzione su un tema cruciale per la città come la raccolta e smaltimento dei RSU. Abbiamo denunciato alla stampa questa manovra, senza però ottenere alcun successo: avremmo voluto un consiglio straordinario monotematico sin dalla mattina, così da poter affrontare e sviscerare la questione seriamente. Invece il tutto si è tradotto nel solito teatrino politico, dove l’opposizione da denunciato cosa non va nel sistema ATO e la maggioranza, premendo il bottone rosso, ha rigettato senza pietà tutte le nostre richieste:

  • a riferire puntualmente al Consiglio Comunale la situazione della gestione dei rifiuti e gli attuali rapporti con i sindaci facente parte di ATO SUD;
  • a sostenere un diverso dimensionamento degli ATO, ridimensionandoli e riportandoli a territori omogenei in termini di tipologia di raccolta e di impianti utilizzati al fine di realizzare una gestione più efficace e impiegare in maniera economica le risorse a propria disposizione;
  • ad una razionalizzazione delle partecipate, riducendo i membri dei cda;
  • ad invertire la scelta dell’incenerimento a favore della capillare diffusione della raccolta differenziata domiciliare anche fuori dal centro storico;
  • rivedere le convenzioni con gli inceneritori, applicando una nuova strategia che non obblighi il Comune di Siena a fornire una taglia di materiale indifferenziato per il loro funzionamento;
  • a chiedere il commissariamento immediato di Sei Toscana S.R.L.;

 


La Maggioranza boccia la nostra proposta di incentivo per i kit di pannolini lavabili

Sembrava impossibile pensare che il Consiglio Comunale di Siena avesse avuto il coraggio di bocciare la nostra proposta per far risparmiare l’Amministrazione ed incentivare le famiglie senesi all’utilizzo di ausili ecologici ed economici, come i pannolini lavabili.

Eppure, la maggioranza PD e Siena Attiva hanno prima proposto un emendamento che stravolgeva la nostra proposta (secondo le loro dichiarazioni, dare degli “incentivi” economici è “diseducativo”) e poi, dopo il nostro rifiuto di accettarla, hanno penosamente bocciato la proposta che avrebbe permesso all’Amministrazione Comunale ed ai cittadini tutti di risparmiare qualche decina di migliaia di euro per lo smaltimento dei RSU (Rifiuti solidi urbani), che attualmente costa complessivamente -per il 2016- oltre 4 milioni di €.

Abbiamo già parlato più volte della nostra proposta ma vi invitiamo comunque ad ascoltarla direttamente dagli interventi del nostro portavoce in consiglio comunale Michele Pinassi: https://www.youtube.com/watch?v=GmrysKc7xBA


Bocciata la proposta per esenzioni e sgravi della tariffa del servizio idrico per le utenze deboli

E’ disponibile sul nostro sito web il verbale della trattazione della proposta in merito all’estensione di sgravi e rimborsi economici di tariffa del servizio idrico usufruibili dalle utenze deboli e dai lavoratori in difficolta’ promossa dalle forze di opposizione del Consiglio Comunale di Siena, tra cui ovviamente il MoVimento Siena 5 Stelle. proposta ovviamente BOCCIATA dalla maggioranza: http://www.siena5stelle.it/blog/2016/12/21/mozione-merito-allestensione-sgravi-rimborsi-economici-tariffa-del-servizio-idrico-usufruibili-dalle-utenze-deboli-dai-lavoratori-difficolta/


Per finire, non ci resta che augurare a tutti voi un felice Natale ed un Buon anno nuovo, sperando che il 2017 porti con sé anche un Paese migliore …a 5 stelle !

MoVimento Siena 5 Stelle



FONTE : MoVimento Siena 5 Stelle

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *