NESTLÈ, IL TAVOLO ISTITUZIONALE È UN FLOP: DOPO IL 2018, QUALE FUTURO SI PROSPETTA PER OLTRE 300 LAVORATORI?

#NESTLÈ, IL TAVOLO ISTITUZIONALE È UN FLOP: DOPO IL 2018, QUALE FUTURO SI PROSPETTA PER OLTRE 300 LAVORATORI?

Il tavolo istituzionale convocato dalla #Regione sulla vertenza #PeruginaNestlé, è stato un flop e non ha sortito l’effetto sperato: la cassa integrazione dal 2018 non sarà rinnovabile per oltre 300 lavoratori, il cui futuro occupazionale continua a non essere chiaro.

E la presidente #Marini cosa ha fatto? Ha semplicemente utilizzato il collaudato modus operandi dello scaricabarile limitandosi a ribadire come la Regione sia impegnata in prima fila per trovare una soluzione, seppur la competenza e la responsabilità su tali questioni di livello nazionale spetti al ministero dello Sviluppo Economico.

Il disinteresse delle istituzioni locali è sconcertante, ma non possiamo continuare a far finta di nulla! Per questo, insieme al collega Filippo Gallinella, ho presentato una nuova interrogazione proprio al #Mise e al ministero del #Lavoro, affinché venga predisposto un serio progetto industriale condiviso dalle parti sociali interessate.

Il clima di incertezza sul futuro lavorativo dei numerosi dipendenti deve far riflettere il #Governo: la priorità, adesso, è garantire in maniera efficace il ruolo produttivo e i livelli occupazionali dello stabilimento storico di San Sisto, fiore all’occhiello dell’#Umbria e del made in Italy.



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Tiziana Ciprini : http://www.tizianaciprini.it/nestle-il-tavolo-istituzionale-e-un-flop-dopo-il-2018-quale-futuro-si-prospetta-per-oltre-300-lavoratori/