morto Pannella viva Pannella
morto Pannella viva Pannella

morto Pannella viva Pannella

Marco Pannella è stato imbavagliato lungo tutta la sua vita dai grandi partiti di massa e dai media di regime senza alcuna eccezione. Ora che è scomparso, i media di regime, intonando ipocriti osanna, lo hanno mummificato come oggetto da museo.
Marco Pannella, uomo libero, laico, amante della libertà, non poteva certamente piacere ai centri di potere di qualsiasi tipo. Le sue lunghe battaglie, poi vinte, per il divorzio e l’aborto, le sue campagne tenaci contro lo strapotere dei partiti e della televisione al loro servizio, per il fine vita dignitoso, per carceri più umane e molte altre battaglie, hanno incontrato per decenni il silenzio stampa oppure l’ aperta irrisione da parte dei servi di regime. Ma Pannella aveva l’occhio lungo e sul lungo periodo ha vinto. La nemesi storica oggi colpisce i partiti e i media. I partiti si stanno sgretolando sotto i nostri occhi, corrosi dall’incompetenza e dalla corruzione. I giornali non trovano più lettori, che siano disposti a credere alla loro versione dei fatti.
Partiti e media di regime superstiti ci stanno ora riprovando con il M5S, usando la stessa tecnica: prima la cortina di silenzio, poi la deformazione dei fatti o anche di peggio.
Ma stavolta ce l’hanno dura, perché si trovano di fronte non più persone singole o gruppi piccoli, per quanto valorosi, bensì un movimento politico forte, determinato e in continua crescita!

F.T.



FONTE : Novara 5 Stelle