M5S ANTIFASCISTA MA LEGGE FIANO SCRITTA CON I PIEDI
M5S ANTIFASCISTA MA LEGGE FIANO SCRITTA CON I PIEDI

M5S ANTIFASCISTA MA LEGGE FIANO SCRITTA CON I PIEDI

«Noi siamo e rimaniamo fermamente antifascisti, ma la proposta di legge Fiano contro la propaganda del regime fascista e nazifascista è l’ennesima legge scritta con i piedi dal Pd».
 
E’ molto critico l’onorevole Davide Crippa sulla proposta di legge votata alla Camera sull’inasprimento delle pene per la propaganda fascista e la vendita di gadget, proposta a cui il MoVimento 5 stelle ha votato contro. «Una legge assurda per diversi motivi – prosegue Crippa -: innanzitutto senza l’emendamento M5S approvato a prima firma Ferraresi in commissione, poneva uno sconto di pena a chi avesse propagandato le ideologie fasciste. Siamo al solito controsenso tipico del Pd: si voleva una legge antifascista che faceva sconti ai fascisti.
 
La legge in questione, criticata da diversi giuristi, è un inutile pastrocchio, dato che esistono già due leggi in vigore che puniscono l’apologia del fascismo, la legge Scelba e la legge Mancino. I comportamenti previsti in essa come le manifestazioni di propaganda e il saluto romano, come ricorda la Corte di Cassazione, sono già punibili e puniti. Questa proposta maldestra è scritta talmente male da non distinguere fra prodotti propagandistici e prodotti storico-artistici. Il paradosso è che potremmo vedere chiuso il Foro Italico o l’intero quartiere Eur. O i musei che espongono reperti fascisti. Per non parlare del mondo del collezionismo, con monete, cartoline o reperti di militaria legati al Ventennio, testimonianze documentali di un periodo storico. Mentre questo governo regala i soldi alle banche e ignora i problemi dei cittadini, noi non cadiamo negli squallidi tentativi del Partito democratico di metterci addosso qualsivoglia etichetta, men che meno quella di fascisti. Per noi questo provvedimento rischia seriamente di essere incostituzionale, la stessa Costituzione antifascista che il Pd e Fiano volevano stravolgere. L’antifascismo per noi è un valore, per loro un spot».
 
Molto duro anche il relatore di minoranza nonché capogruppo in Commissione giustizia, sempre del MoVimento 5 stelle, Vittorio Ferraresi. «È meglio rafforzare ed aggiornare la legge Scelba, come da nostro emendamento depositato e pronto per essere votato in aula, – spiega – che aumenta le pene per chi fa propaganda anche attraverso strumenti telematici e informatici, e nel contempo salvaguarda i beni con riconosciuto carattere storico-culturale, artistico e architettonico». E ancora: «Il deputato Fiano non può ignorare le leggi esistenti in Italia e creare il caos solo per farsi una personale propaganda per la sua rielezione in Parlamento con una legge scritta male».



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Davide Crippa : http://www.crippadavide.it/home/m5s-antifascista-ma-legge-fiano-scritta-con-i-piedi/