La prescrizione non rende merito al concetto di giustizia : un post di Salvato De Lombardo

Nella foto: Il #Ministro (LEGA Nord) della pubblica amministrazione Giulia #BONGIORNO con #ANDREOTTI, salvato dalla prescrizione proprio da lei, allora avvocato.

Un post di Salvato De Lombardo:

A proposito di prescrizione,
è fresca la notizia di un emendamento che approda nell’iter legislativo al decreto anticorruzione in discussione alla Camera che prevedrebbe la prescrizione solo per il primo grado di giudizio, dunque abolita per i successivi gradi.
Il disappunto politico e di categoria non si è fatto attendere giacché un’esimia personalità, oggi politica, ma fino a ieri esercente l’attività di avvocato di successo: (come dimenticare l’assoluzione di Andreotti? Pardon…fù prescrizione) riferisce che l’emendamento proposto sarebbe una “bomba” nucleare sui processi. Un altrettanto esimio Ministro, anch’esso avvocato di professione, dice senza mezzi termini “che la bomba atomica che rischia di esplodere è la rabbia dei cittadini di fronte all’impunità”.
Il Ministro di Giustizia già avvocato di non successo ha decisamente ragione da vendere e la sua proposta è un grido di vendetta a tutti i coloro è consentito espiare la pena mediante avvocati dalle profumate parcelle in grado di avvalersi di una giustizia, sguarnita di Giudici e cancellerie, per ottenere una sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione ( ricordando che non è una sentenza di assoluzione).

La verità è che oggi la giustizia soffre di una insopportabile malattia ed è la carenza di Pubblici Ministeri, Giudici e relative cancellerie e la prescrizione per anni è stata utilizzata come un rimedio, un farmaco che alla lunga è divenuta una droga che non rende merito al concetto di giustizia ( carceri piene di piccoli spacciatori e poco frequentate da corruttori, evasori, riciclatori ecc. ).

Pertanto la proposta di Bonafede ha un senso perché giunge nell’ambito del decreto “anti corruttori” ricordandoci che è proprio questa categoria di reati ad avvantaggiarsi troppo spesso della prescrizione, poi se L’On. Bongiorno eccepisce un’incompatibilità con il sistema processuale che apra dunque la strada ad una riforma strutturale della Magistratura italiana mediante l’assunzione di Pubblici Ministeri e Giudici, piuttosto che di Poliziotti e Carabinieri voluti da un altro suo collega di partito.
Ma è possibile che quando il Ministro Salvini parla di rafforzare la giustizia italiana con più poliziotti non c’è un suo collega di partito ( avvocati e non ) a ricordargli che ad essere assunti dovrebbero essere i Magistrati? E si la bomba nucleare sui processi in Italia scoppia solo se si parla di prescrizione….

Bonafede io sono con te!
Buona domenica …