La Norvegia verso i voli 100% elettrici

La Norvegia punta a rendere i suoi voli a corto raggio elettrici al 100% entro il 2040. Ciò lo renderebbe il primo paese al mondo a passare ai viaggi aerei elettrici.

“I viaggi che impiegano fino a 1,5 ore – che includono tutte le rotte nazionali norvegesi e quelle nelle vicine capitali scandinave – dovrebbero essere interamente elettrici”, ha detto l’amministratore delegato dell’aeroporto norvegese Avinor, Dag Falk-Petersen.

Nel 2025, Avinor offrirà un’offerta per la prima rotta commerciale di energia elettrica, che porterà 19 passeggeri.
Fino a quando il trasporto aereo della Norvegia non sarà al 100% elettrico, si baserà su motori ibridi e biocarburanti. Il trasporto aereo interno in Norvegia rappresenta il 2,4% delle sue emissioni di gas serra. Quando sono inclusi i viaggi aerei internazionali, questa cifra raddoppia.

“Quando raggiungeremo il nostro obiettivo, il trasporto aereo non sarà più un problema per il clima: sarà una soluzione”, ha affermato Falk-Petersen.

Il Flightpath 2050 Vision for Aviation della Commissione europea richiede una riduzione del CO2 del 75%, una riduzione degli ossidi di azoto del 90% e una riduzione del rumore del 65%.

Nonostante sia il più grande produttore di petrolio e gas nell’Europa occidentale, la Norvegia è un pioniere dei trasporti elettrici. Ha infatti il più alto tasso di auto elettriche pro capite al mondo. Nel 2017, la metà delle nuove auto immatricolate in Norvegia sono state elettriche o ibride, secondo il Road Traffic Information Council (OFV) norvegese. Un terzo ibrido, mentre il 18% completamente elettrico.

A partire dagli anni ’90, il governo norvegese ha offerto incentivi agli acquirenti di auto elettriche, incluse le esenzioni dalle tasse stradali, l’accesso alle corsie riservate agli autobus, i viaggi gratuiti sulle strade a pedaggio e il parcheggio gratuito. Entro il 2025, il governo intende fermare le vendite di automobili a motore a combustione.

Fino ad ora, la tecnologia delle batterie è stata il principale ostacolo ai viaggi aerei interamente elettrici. Le attuali capacità di stoccaggio rendono il numero di batterie necessario pesantemente proibitivo.

Nel 2016, il costruttore di aeromobili Airbus ha accantonato i lavori sul suo aeromobile E-Fan completamente elettrico. Invece, attualmente sta lavorando a un modello ibrido fuel-electric, in collaborazione con Rolls-Royce e Siemens. L’aereo E-Fan X dovrebbe essere lanciato nel 2020.

Ma la tecnologia sta migliorando. Nel novembre 2017, l’aereo di linea del Regno Unito Easyjet ha collaborato con l’azienda statunitense Wright Electric, e ha detto che potrebbe offrire voli a corto raggio completamente elettrici entro il prossimo decennio. Wright Electric sta sviluppando un velivolo elettrico al 100% con un raggio obiettivo di 335 miglia. Circa un quinto dei viaggi dei passeggeri di Easyjet rientra in questo intervallo.

 



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo