LA MAGGIORANZA DI CENTROSINISTRA VOTA CONTRO EMENDAMENTI PER INCENTIVARE RISTORANTI VEG E NEGOZI SFUSI

Pur di respingere le proposte M5S, il centrosinistra volta le spalle ai valori di tutela dell’ambiente e delle minoranze, valori di cui si riempie la bocca e cavalca evidentemente solo quando le fa comodo.

La maggioranza ha infatti votato contro l’istituzione del registro regionale dei ristoranti veg-friendly (aventi almeno un menù con alternativa vegetariana e/o vegana) e a quello dei negozi sfusi, dando uno schiaffo  a vegetariani-vegani e a tutti i cittadini attenti alle ricadute dei propri stili di vita, soprattutto in merito alla produzione di rifiuti e inquinanti.

I due emendamenti alla legge omnibus a prima firma Davide Bono sono stati respinti oggi in Consiglio dalla maggioranza con motivi risibili. Avevano infatti l’obiettivo di valorizzare le attività commerciali e di ristorazione e non di creare orpelli burocratici, tra l’altro a costo zero.

Curioso come i sedicenti paladini dei lavoratori delle piattaforme si siano trincerati dietro un banale “usate tripadvisor” o “ditelo a Roma”. La Regione Piemonte avrebbe fatto da garante ufficiale ed istituzionale, raccogliendo anche dati importanti come gettito IRAP e tassa rifiuti in modo da poter prevedere anche incentivazioni fiscali in un secondo momento.

Niente da fare, assistiamo alla solita maggioranza che boccia per partito preso le proposte del m5s, perdendo una grande occasione di dimostrarsi sensibile alle esigenze dei piemontesi più attenti all’ambiente.

Gruppo Regionale M5S Piemonte



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi