La Lega Nord riabbraccia Mantovani, vergogna
La Lega Nord riabbraccia Mantovani, vergogna

La Lega Nord riabbraccia Mantovani, vergogna

Oggi il M5S ha occupato i banchi della presidenza in Regione Lombardia per manifestare contro il ritorno in aula di Mario Mantovani, indagato e arrestato nell’ottobre 2015 per corruzione, concussione, turbativa d’asta e abuso d’ufficio per aver speculato sulla pelle dei più deboli: anziani, disabili e dializzati.
La presenza di Mantovani infanga l’immagine della Regione Lombardia, che già di suo non gode di buona reputazione tra i cittadini lombardi a causa di tutti gli scandali che si susseguono da anni. È uno sfregio troppo grande da sopportare perché Mantovani si è potuto presentare in Consiglio Regionale solo grazie ad un vizio di forma che ha interrotto il suo arresto. Invece di prenderne le distanze o disertare l’aula in protesta, il consiglio regionale leghista ha accolto l’indagato con baci e abbracci (vedi video).
La Regione Lombardia non può permettersi la benché minima ombra di dubbio sull’onestà, la dignità e la pulizia di ogni suo rappresentante, e nel caso di Mantovani siamo ben oltre l’ombra di dubbio!
Poi ci domandiamo perché solo 17 italiani su 100 abbiano fiducia nei partiti!
Il fatto che il signor Mantovani sia passato, grazie ad un cavillo, dagli arresti all’aula del Consiglio offende tutti i cittadini lombardi e italiani!
Lega Nord, Forza Italia, Partito Democratico, tutti la stessa cosa, abbiamo una sola possibilità amici, già a giugno ‪#‎VotiamoliVia‬!



FONTE : Manlio Di Stefano | Un cittadino in Parlamento