PORTAVOCE M5S

LA DONAZZAN DISMETTE LA FORMAZIONE PROFESSIONALE, ECCELLENZA DEI CENTRI VENETI

Le affermazioni della Donazzan sono la riprova di quanto l’Assessora alla Formazione della Giunta Zaia non abbia alcuna cognizione di quanto accade ed è accaduto, in questi ultimi anni, in Veneto in materia di formazione professionale: ad essere in aumento nella nostra Regione sono infatti la dispersione scolastica, il disagio giovanile e il bullismo, che ricadono pesantemente sui costi dei servizi sociali dei comuni della nostra Regione.

Sebbene sia al suo secondo mandato, in tutti questi anni la Donazzan non ha mai visitato personalmente un centro di formazione pubblico, e nessuno degli operatori della formazione l’ha mai vista in un CFP provinciale. Altrimenti saprebbe che in questi più di 8 anni di assessorato ed incarico politico, sono state proprio le sue scelte in giunta regionale che hanno determinato via via la dismissione di tutto il servizio pubblico regionale, ponendo le basi per far sparire totalmente la gratuità dei percorsi formativi. Un esempio per tutti: la sede del CFP di Via Pralungo che non è più a disposizione della formazione professionale, essendo stata assegnata al Liceo classico di San Donà di Piave.

Per quanto riguarda la presunta maggiorazione dei costi standard per Treviso e Venezia, l’assessora dimentica che  le due Province gestivano  in maniera efficace ed efficiente l’attività di formazione per adulti, che ha sempre riscosso la piena soddisfazione dei cittadini, e che non esistono dati a sostegno di pretese inefficienze del sistema, dal momento che la rendicontazione di questo primo anno di gestione “privata” per la formazione per gli adulti è terminato lo scorso 15 giugno!

Risultato della politica perseguita dalla Donazzan: nessuno insegnerà più un mestiere come l’idraulico, il meccanico, la modellista, il cuoco e tutti quei lavori artigiani e professionali che hanno reso importante l’economia veneta e hanno permesso ai nostri ragazzi di trovare una occupazione dignitosa e seria, tanto quanto chi frequenta un liceo.

Invito quindi la Donazzan a rendere pubblici i dati relativi ai costi, sostenuti nell’ultimo triennio, per la formazione professionale iniziale e per gli adulti disoccupati, e a verificare presso i suoi uffici i corsi per gli adulti che sono stati erogati negli ex CFP provinciali, corsi che hanno consentito a decine di persone di acquisire nuove competenze e che hanno loro permesso – fino ad oggi – di rientrare nel mercato del lavoro con dignità e professionalità.

Share Button



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: ariannaspessotto#M5S : http://www.ariannaspessotto.it/la-donazzan-dismette-la-formazione-professionale-eccellenza-dei-centri-veneti/