La discarica ex-cava Viti, un problema di tutti
La discarica ex-cava Viti, un problema di tutti

La discarica ex-cava Viti, un problema di tutti



La discarica di Programma Ambiente Apuane, sita in cava Fornace a Montignoso, è un problema sottovalutato” dice la consigliera Luana Mencarelli, la lotta contro questo impianto infatti è iniziata anni fa dai cittadini e dal M5S presente in quel Comune e portata avanti ostinatamente e con coraggio per tutto questo tempo, cercando di risvegliare le coscienze dei vari amministratori e delle altre forze politiche.

“Il consigliere del M5S, Paolo Lenzetti, è stato ed è fatto passare per uno stupido, incompetente e visionario, persino minacciato, perché non si è mai stancato di portare dentro le istituzioni la voce di tutti quei cittadini che chiedono chiarezza e tutela” continua la consigliera. Anche i sindaci di Forte dei Marmi e Seravezza si sono espressi, così come il sindaco di Pietrasanta si è unito al coro schierandosi per la chiusura di questa discarica che dai controlli Arpat risulta non rispettare le prescrizioni per la conduzione di quel tipo di impianto e conseguentemente deficitari per il rispetto ambientale: sono state rinvenute infatti fibre di amianto disperse nell’aria e “triclorometano”, ossia cloroformio, composto nocivo per la salute umana, l’ambiente e potenzialmente cancerogeno, nella falda acquifera sottostante in concentrazioni superiori fino al 295% dei valori consentiti, ma da Massa nessun segnale. Come mai l’Asl si è preoccupata tanto di monitorare in maniera stringente il ritrovamento del cloroformio nelle acque di Romagnano e per la discarica non si allarma? Come mai la Regione (PD, ora MDP Articolo Uno) continua ad elargire a questa discarica deroghe al conferimento di rifiuti e ha autorizzato lo sversamento del percolato di questa discarica nelle fognature che arrivano al nostro depuratore?

“Ai politici di questo Comune sono bastate le parole degli assessori montignosini, sarà che i partiti di governo e i loro coalizzati sono gli stessi, eppure in linea d’aria Massa dista appena 4,7 Km, contro i 9 di Pietrasanta ed è questo che potenzialmente la espone al pericolo e al dovere di interessarsi del rispetto della legalità e dei parametri di sicurezza”. Non è certo la mancanza di un titolo di comproprietà o di confine territoriale con la discarica che tutela i cittadini massesi e se anche Mallegni (FI) probabilmente si interessa per opportunità politica, certamente a Massa non possono tacere per lo stesso motivo: le patologie tumorali non guardano le tessere di partito.





FONTE : Massa5Stelle

LINK: https://massa5stelle.wordpress.com/2017/05/31/la-discarica-ex-cava-viti-un-problema-di-tutti/

Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte