la calunnia
la calunnia

la calunnia

Ci hanno accusato che non avevamo un programma. Poi abbiamo scoperto che ce lo hanno in parte copiato.

Ci hanno deriso perché il nostro è un programma senza slancio (noi pensiamo sia il caso di promettere ciò che si può mantenere e mantenere ciò che si promette). Poi li abbiamo sentiti annunciare nei loro programmi proposte impossibili (rafforzare le forze dell’ordine è principalmente pertinenza dello stato non del comune).

Ci descrivono come immaturi per governare. Nei comuni dove amministra il MoVimento5Stelle non ci sono ruberie e i fondi risparmiati sono per i servizi ai cittadini.

Fino a qui tutto secondo le regole sballate delle campagne elettorali in cui alcuni contendenti cercano di denigrare l’avversario senza motivi credibili. Ma questa mattina abbiamo scoperto qualcosa di più, alcuni rappresentanti di altre liste vanno per negozi raccontando che il nostro candidato alla carica di sindaco, Cristina Macarro, intende lasciare la competizione elettorale.

Fa fin tristezza scoprire così bassi espedienti che l’avversario gioca contro di noi. Già i precedenti punti non erano certo nobili osservazioni che ci venivano mosse.

In questo caso però, raccontare bugie clamorose, supera la più perversa delle menti speculative nella falsa politica.

Il nostro candidato non intende affatto rinunciare alla corsa elettorale, intende piuttosto vincerla con buona pace degli sfaccendati detrattori.



FONTE : Novara 5 Stelle