Incredibile a Milano: Sala non è candidabile
Incredibile a Milano: Sala non è candidabile

Incredibile a Milano: Sala non è candidabile

Da quanto emerge da una inchiesta di Panorama, il candidato sindaco del PD Giuseppe Sala non avrebbe le carte in regola per candidarsi.
Infatti, dopo aver dimenticato di dichiarare le sue proprietà immobiliari all’estero e alcuni investimenti in Romania in fase di accettazione dell’incarico in Expo, ora si scopre aver dimenticato persino le sue dimissioni da commissario di Expo2015 cosa che, di fatto, lo rende incandidabile in quanto incarico politico incompatibile con la candidatura.
Sala sostiene di aver inviato le dimissioni dal Consiglio d’Amministrazione di Expo ma, questo, non lo fa decadere anche da commissario in quanto nomina diretta per decreto.
Per rinunciare all’incarico commissariale serve un “atto di pari efficacia costituzionale” rispetto a quello d’incarico: poiché Sala è stato nominato da un decreto del presidente del Consiglio, un altro decreto avrebbe dovuto notificare l’accettazione delle dimissioni ma, ad oggi, nessuno ha trovato traccia di questo decreto.
Questa situazione, comunque vada a finire, dimostra l’incapacità a dire il vero del candidato piddino visto che, il 28 ottobre 2015, ancora pienamente attivo nel suo ruolo di commissario governativo, ha firmato una “Dichiarazione ufficiale” per l’accettazione della nomina a consigliere d’amministrazione della Cassa depositi e prestiti, società pubblica, dove nega di trovarsi nelle “cause di incompatibilità” previste dalla legge.
Ancora una volta il candidato sindaco del centrosinistra ha dichiarato il falso in un atto pubblico.
Noi vogliamo vederci chiaro, per questo stiamo predisponendo un accesso agli atti al comune di Milano e a Palazzo Chigi e, se Sala non farà chiarezza subito, faremo ricorso al TAR.
I cittadini milanesi, comunque vada questa cosa, si rendano conto di non avere che due scelte: da una parte dei mentitori seriali pronti a schiacciarli per altri 5 anni, dall’altra un movimento politico trasparente e centrato sul benessere collettivo ovvero il M5S col suo candidato sindaco Gianluca Corrado.



FONTE : Manlio Di Stefano | Un cittadino in Parlamento