Illegalita' e corruzione: siamo immuni?
Illegalita' e corruzione: siamo immuni?

Illegalita' e corruzione: siamo immuni?

 

Il tema della legalita’ e’ oggi quanto mai attuale, dopo le notizie sulle inflitrazioni della criminalita’ organizzata e i reati di diverso tipo che hanno coinvolto aziende conosciute del territorio ed esponenti di spicco del territorio lissonese.
Questi fatti dimostrano che nessuna citta’ e’ immune come forse pensavamo a Lissone, esclusa da reati gravi accaduti a Desio, Seregno, Giussano e Monza. Il rischio e’ che la nostra comunita’ sia colta impreparata e non riesca a sviluppare gli anticorpi adeguati per far fronte al pericolo, costante e subdolo, che l’illegalita’ e la corruzione penetrino nella nostra comunita’, infettandola e diffondendo comportamenti incivili e non virtuosi prima ancora che illeciti.
Come M5s siamo convinti che una seria difesa sia costituita da una piena consapevolezza del rischio che l’intero territorio sta correndo. Quindi, e’ imprescindibile informare la cittadinanza e poi formarla.
I rappresentanti hanno il dovere morale e istituzionale di dare l’esempio ed essere guida. Nei comportamenti, facendo dell’onesta’ e della trasparenza un obbligo assoluto. E nei fatti, anteponendo a ogni decisione il rispetto della legge, ma anche del bene comune e dei principi di precauzione e di sana e corretta gestione del patrimonio pubblico, cosi’ come sancito dai trattati europei e dalla Costituzione italiani.
Ma una grossa parte la devono fare anche coloro che ci abitano a Lissone, guidati e formati da chi li governa. La condanna morale di comportamenti diffusamente non accettati sono gia’ una barriera fondamentale al dilagare di azioni illecite.
Siamo convinti, a monte di tutto, che una comunita’ forte e coesa, in cui ci si conosca e si abbia il piacere di stare insieme, sia il miglior antidoto contro l’insicurezza percepita al giorno d’oggi e l’illegalita’ in senso generale.

Ci aiuteranno ad analizzare il tema, fornendoci utili strumenti di lettura, d’azione e di pianificazione, oltre che esempi concreti e personali:

Giovanna Ceribelli, revisore dei conti che ha dato il via all’inchiesta sulle gare truccate nella sanità lombarda, oggi incaricata di indagare sul caso delle fatture false in Brianzacque. Membro ARAC (Agenzia Regionale Anti Corruzione)

Sergio Arcuri, commercialista che da responsabile dei controlli interni della Arval ha fatto partire indagini su anomalie negli appalti pubblici. Membro ARAC (Agenzia Regionale Anti Corruzione)

Gianmarco Corbetta, consigliere regionale del Movimento 5 stelle, membro commissione Antimafia



FONTE : Lissone 5 Stelle – Home

LINK: http://www.lissone5stelle.it/comunicati/561-illegalita-e-corruzione-siamo-immuni.html

Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte