il TTIP e noi?
il TTIP e noi?

il TTIP e noi?

Il Governo francese, pressato dalla protesta sociale, boccia il TTIP, giudicandolo dannoso per il popolo francese. Ma la protesta sociale si è estesa negli ultimi mesi ad altri paesi europei, dove la gente ha capito che il TTIP è stato scritto in segreto dalle multinazionali statunitensi allo scopo di ampliare i loro fatturati e i loro profitti, senza alcuna considerazione per l’occupazione e la salute dei cittadini.

Il TTIP costituisce una specie di “NATO dell’economia”. Il punto centrale della divergenza tra UE e USA sta nel principio di precauzione. Questo principio della UE sancisce che nessun prodotto può essere messo in commercio, se prima l’ azienda produttrice non ha dimostrato che quel prodotto non è nocivo per la salute umana.

Questo principio riguarda soprattutto i prodotti alimentari ed i medicinali. Il principio di precauzione viene rifiutato dalle multinazionali, che vogliono rovesciare sui cittadini l’onere della prova circa la pericolosità dei prodotti, in modo da non avere intralci al loro business. L’ altro elemento di contrasto tra UE e USA riguarda il contenzioso tra multinazionali e singoli Stati nazionali, in cui gli USA vogliono che a dirimere le questioni siano tribunali privati al di sopra delle leggi nazionali in difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Chiediamo che anche il Governo italiano prende una chiara posizione contraria al TTIP e che i media finalmente rompano il muro di silenzio che finora ha coperto questo accordo commerciale funesto, contrario alla salute, all’ ambiente e agli interessi economici del popolo italiano.

F.T.



FONTE : Novara 5 Stelle