Il Reddito Base conquista l’America

di Beppe Grillo – Lui è Andrew Yang, correrà con i democratici per la presidenza Usa nel 2020. É il primo asiatico democratico americano a correre per l’ufficio ovale.

Ma non è solo questa la novità, il fatto è che Andrew sta cercando di attirare l’attenzione sugli attuali 17 milioni di disoccupati che ci sono in America.

Dati davvero allarmanti e purtroppo destinati ad aumentare. Secondo le stime, nel 2020, i disoccupati saranno circa 50 milioni. Una mole enorme che farà collassare il nostro sistema.

Andrew è molto giovane ed è un imprenditore di successo. Questo è stato determinante per fargli capire qual è il problema. L’America è la nazione che più sta spendendo in nuove tecnologie. E proprio queste sono le artefici di questo collasso economico.

L’automazione e l’intelligenza artificiale hanno già quasi del tutto colonizzato molte fabbriche, fast food e il settore dei trasporti. Le imprese non sono preparate per tutto ciò.

Andrew sa benissimo che è impossibile fermare la tecnologia e il progresso, ma dobbiamo cambiare le regole sociali, prima che queste innovazioni cambino la nostra società.

Come? Con un reddito base universale. Andrew Yang propone 1000 dollari al mese.

E a chi gli chiede se questa è la cosa giusta da fare, lui risponde con un “è inevitabile”. Con un reddito garantito a tutti gli adulti, le persone saranno in grado di tornare a scuola, formarsi o aprirsi nuove opportunità. In caso contrario ci saranno solo rivolte.

Andrew capisce bene che l’America è costruita sul valore di “guadagnarsi” da vivere con le proprie mani. I valori del pionerismo, come lo chiamano i sociologi, sono ancora forti e molti sono restii a capire che non si può più giocare con le vecchie regole.

Mi viene da pensare a tutti quelli che deridevano e deridono il reddito di cittadinanza. Penso a quanto non abbiano capito a cosa stiamo andando incontro.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi