Il “prezzemolo” sui frangiflutti
Il “prezzemolo” sui frangiflutti

Il “prezzemolo” sui frangiflutti

Assistiamo da qualche tempo ad uno strano fenomeno che si ripete sui giornali ogni volta che un iter amministrativo o un cantiere giungono al termine oppure quando si tratta di inaugurare, anche in maniera fittizia, nuove realtà socio-assistenziali di qualunque tipo. In ognuna di queste occasioni il consigliere regional/comunale Caracciolo non manca di evidenziare come il suo indefesso e decisivo intervento abbia contribuito a portare a termine l’opera o a permettere la realizzazione del progetto citato. Ultimo di questa infinita serie risulta essere, come da articolo della Gazzetta di martedì 7 u.s., il completamento dei lavori di messa in opera delle barriere semisommerse lungo la litoranea di Ponente.

Questa volta però gli Attivisti Barlettani del Movimento 5 Stelle hanno alcune domande da porre al nostro eroe e all’amministrazione Cascella, ormai succube dell’instancabile sindaco-ombra senza il quale sembra “non si muova foglia” a Barletta.

  1. Considerato che nella zona dei lavori non si vede l’ombra di un operaio o di un camion da diversi mesi, cosa ha consentito di sbandierare ai quattro venti che i lavori del primo lotto sono finiti?
  2. Questo significa che ci sarà un secondo lotto di lavori? Se sì, quando e di che genere?

In effetti alcuni tratti di spiaggia, prima striminziti, sono cresciuti, ma nel tratto finale della strada costiera, prima dello sbarramento dove la strada curva a sinistra, la spiaggia, frequentata fino allo scorso anno da tantissimi bagnanti, è praticamente inagibile per la presenza di una enorme quantità di detriti di roccia, ributtati in riva dalle mareggiate (vedi foto allegate). Il caldo e l’acqua stagnante hanno contribuito a far crescere tante alghe che, non solo sporcano le acque dei tratti vicini, ma emanano anche un odore fastidioso a causa della loro decomposizione.
E qui sorge la terza domanda:

  1. Visto che i lavori del primo lotto, a detta del consigliere Caracciolo, sono finiti, questo significa che quel tratto di arenile resterà in quello stato puzzolente, inutilizzabile e inguardabile per ancora molto tempo? Se sì, a cosa è valso spendere così tanti soldi e poi non poterne sfruttare i vantaggi, visto che quel tratto, più stretto rispetto al resto del litorale, permetteva l’accesso al mare a chi aveva difficoltà a percorrere tutto l’arenile?

Vogliamo in ultimo fare una considerazione su tutta questa faccenda.
L’opera è stata completata solo per l’intervento “risolutore” del nostro eroe, a suo dire.
Tradotto: il sindaco Cascella e tutta la sua amministrazione non sono capaci di portare a compimento nulla senza l’intervento del “deus ex machina” e questo la dice lunga su come sia tenuta in considerazione la maggioranza e il sindaco che non governano Barletta da ormai troppo tempo.

Giuseppe Basile e il gruppo Attivisti 5 Stelle Barletta



FONTE : Attivisti 5 Stelle Barletta

LINK: http://www.barletta5stelle.it/il-prezzemolo-sui-frangiflutti/

Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte