Il “potenziamento” dell’ospedale di Osimo secondo Kim Jong Pugnaloni
Il “potenziamento” dell’ospedale di Osimo secondo Kim Jong Pugnaloni

Il “potenziamento” dell’ospedale di Osimo secondo Kim Jong Pugnaloni

Il 27 luglio in Corea del Nord si festeggia la “Vittoria nella grande guerra di liberazione della patria”: praticamente si festeggia una disastrosa sconfitta, quella della Guerra di Corea del 1950-1953 che vide respinto l’attacco alla Corea del Sud e la morte di quasi 350.000 nordcoreani.

Ad Osimo Kim Jong Pugnaloni non è da meno: infatti nel linguaggio nordcoreano del PD una sconfitta è una vittoria, e lo smantellamento di un ospedale è in realtà il suo potenziamento. Che fortuna! Dopo il reparto maternità ora viene potenziata anche pneumologia! I posti letto deserti del reparto senza medici mentre i pazienti vengono lasciati per ore nelle barelle del Pronto Soccorso, sono il segnale di un vero e proprio potenziamento. Complimenti! La realtà invece è ben altra: si sta ampliando il Pronto Soccorso esattamente perché i reparti chiudono. Dopo il primo intervento di emergenza i pazienti vi stazionano per tempi più o meno lunghi, ma non potranno più usufruire ad Osimo di reparti specializzati con personale medico e paramedico che permette un percorso diagnostico e terapeutico per la risoluzione del problema a lungo termine

Così come a Pyongyang un’imponente parata militare celebra la “vittoria” della guerra, ad Osimo la maggioranza nordcoreana ha fatto la sua parata autocelebrativa in consiglio comunale, invitando i vertici PD della sanità regionale a magnificare le lodi della disastrosa operazione INRCA/OSIMO, i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti. Nel frattempo l’ASUR ha acquistato la Palazzina dell’Interporto a Jesi per un costo contabile di 15 milioni di euro, mentre taglia in maniera forsennata ad Osimo, contraddicendo la sua stessa delibera del 30 dicembre 2015 in cui istituiva il Presidio Ospedaliero Unico di Area Vasta 2 di cui l’ospedale di Osimo doveva essere uno dei capisaldi. Le risorse economiche per un servizio sanitario decente ai cittadini della Val Musone vengono quindi dissanguate per l’acquisto della palazzina dell’Interporto (società che ha un buco di 11 milioni di euro), che il PD regionale vorrebbe addirittura fondere al più presto con Aerdorica SpA, società che gestisce l’aeroporto di Falconara, altro carrozzone della politica marchigiana con un buco vertiginoso (a quanto pare 13 milioni di euro nel 2015), nonostante il parere negativo sulla citata fusione da parte della Corte dei Conti.

Kim Jong Pugnaloni in tutto questo sta facendo il palo: spera che utilizzando la lingua nordcoreana per tradurre i misfatti del PD in “grandiose vittorie”, gli osimani non si accorgano che il suo partito ha eliminato la sanità pubblica ad Osimo.

Gentile Sindaco, dai retta a noi: come il tuo idolo Kim Jong Un, (e il tuo vecchio idolo Renzi), non sei credibile.

Movimento 5 Stelle Osimo

kim



FONTE : Osimo 5 Stelle

LINK: http://www.osimo5stelle.it/2017/06/il-potenziamento-dellospedale-di-osimo-secondo-kim-jong-pugnaloni/

Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte