Il M5S Arezzo sostiene la manifestazione delle vittime del salva banche, domani dalle 10 in Piazza della Libertà
Il M5S Arezzo sostiene la manifestazione delle vittime del salva banche, domani dalle 10 in Piazza della Libertà

Il M5S Arezzo sostiene la manifestazione delle vittime del salva banche, domani dalle 10 in Piazza della Libertà

Invitiamo la cittadinanza aretina a partecipare alla manifestazione di domani 14 aprile organizzata dal Comitato Vittime del salva banche e da Federconsumatori. La manifestazione partirà alle 10,00 da Piazza della Libertà e si concluderà presso la sede di Banca Etruria, in Corso Italia (passando dalla Prefettura).

A distanza di quasi 6 mesi da un decreto che riteniamo scellerato, molti cittadini non sanno ancora se e quando potranno riavere i loro propri risparmi. Il Governo, a parole, promette soluzioni e rimborsi sicuri, ma nei fatti, ad oggi, ancora niente. Di concreto ci sono soltanto gli annunci e la disperazione di migliaia di famiglie e di imprese.

Desideriamo inoltre informare che, a differenza di molti politici locali che si fanno vedere in queste occasioni ma che poi non danno seguito ad alcun fatto di aiuto concreto ai cittadini, il MoVimento 5 Stelle si sta prodigando quasi in solitudine nel cercare di far riottenere il maltolto ai risparmiatori e di rimediare ai danni causati da un deprecabile decreto legge.

I nostri portavoce in Parlamento Daniele Pesco e Alessio Villarosa si stanno impegnando concretamente per aiutare i risparmiatori, sostenendo con la propria presenza a fianco del Comitato Vittime del salva banche l’incontro con la presidente della Bad Bank, Dott.ssa Livia Pomodoro.

Durante questo incontro è stato richiesto:

–        costituzione di un fondo volontario dentro la Bad Bank per risarcire i risparmiatori traditi, con eventuali utili derivanti dalla vendita delle sofferenze;

–        eventuale ristoro degli obbligazionisti, che potrebbe arrivare dai crediti di imposta che si generano dalla svalutazione, eccessiva e affrettata, delle partite dubbie;

–        gestione separata degli NPL (prestiti non performanti) delle quattro banche, perché ciascun istituto aveva un proprio profilo e crediti deteriorati di natura diversa;

–        revoca della vendita degli NPL effettuata dal commissario di Banca Etruria cinque giorni prima della risoluzione;

–        piena trasparenza e nomina di un rappresentante dei risparmiatori;

–        spiegazioni su nuove sofferenze, si parla di un miliardo, che anche le banche ponte potrebbero riversare sulle Bad Bank.

Noi continueremo a vigilare e a monitorare su questo processo, i cittadini truffati dalle banche e dal Governo hanno diritto ad un risarcimento pieno e rapido.

Massimo Ricci e Paolo Lepri, Gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle Arezzo



FONTE : Movimento 5 Stelle Arezzo