Il 90% dei bambini di tutto il mondo respira aria tossica

Di Il Blog di Beppe Grillo:

Un rapporto OMS afferma che l’inquinamento atmosferico sta avendo un impatto devastante su miliardi di bambini in tutto il mondo, danneggiando la loro intelligenza e causando centinaia di migliaia di morti.

Lo studio ha rilevato che oltre il 90% dei giovani del mondo – 1,8 miliardi di bambini – respira aria tossica.

L’OMS ha annunciato che i medici stanno scoprendo nuove prove della portata della crisi nei paesi ricchi e poveri: dal basso peso alla nascita al cattivo sviluppo neurologico, dall’asma alle malattie cardiache.

Il dott. Tedros Adhanom, direttore generale dell’OMS, ha dichiarato: “L’aria inquinata sta avvelenando milioni di bambini e rovinando le loro vite. Questo è imperdonabile, ogni bambino dovrebbe essere in grado di respirare aria pulita in modo che possano crescere e realizzare il proprio potenziale. “

I risultati coincidono con l’inizio della prima conferenza globale sull’inquinamento atmosferico e la salute a Ginevra, in cui le nazioni e le città dovrebbero assumere nuovi impegni per ridurre l’inquinamento atmosferico.

Lo studio dell’OMS ha rilevato che i bambini sono particolarmente vulnerabili all’inquinamento atmosferico perché gli inquinanti sono spesso più concentrati perchè vicini al livello del suolo. Ha aggiunto che i loro organi in via di sviluppo e il sistema nervoso sono anche più suscettibili ai danni a lungo termine rispetto a quelli degli adulti.

“L’inquinamento atmosferico sta inquinando il cervello dei nostri figli, influenzando la loro salute in più modi di quanto sospettassimo”, ha detto la dott.ssa Maria Neira, direttore dell’OMS per la salute pubblica e l’ambiente.

Lo studio ha rilevato che 600.000 bambini muoiono per infezioni acute delle basse vie respiratorie causate da aria sporca e il 93% sono esposti a uno degli inquinanti più dannosi – PM2.5. Nei paesi più poveri, il 98% di tutti i bambini sotto i cinque anni sono esposti a PM2.5. sopra le linee guida dell’OMS.

Le donne incinte sono particolarmente vulnerabili, così come avevamo scritto in questo articolo. L’inquinamento atmosferico aumenta anche il rischio di malattie croniche come le malattie cardiovascolari in età adulta.

Tedros, scrivendo sul Guardian di sabato, ha descritto l’inquinamento atmosferico come il “nuovo tabacco” , dicendo che il semplice atto di respirare sta uccidendo 7 milioni di persone all’anno e danneggiando altri miliardi.

Non è questo il futuro che dobbiamo lasciare ai nostri figli.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo