Fusco Bruno: COME SI PULISCE ROMA…
Fusco Bruno: COME SI PULISCE ROMA…

Fusco Bruno: COME SI PULISCE ROMA…

Domani non perdetevi la diretta RAI sulle imprese di Tatteo Tenzi mentre finge di pulire Roma, è prevista l’apertura di tutti i tg, Rai, Mediaset, La7, seguirà la maratonamentana, diretta dalle nove, prima dell’Angelus del Papa, sul luogo troverete sicuramente la Sardoni, sorridente e bella come sempre, almeno per i parenti…, collegamenti speciali e rassegne televisive, saranno disposti nell’arena di Giletti, con cangurate dalla Barbara D’Urso, forse, ma non è sicuro, il New York Times avrà inviati nelle fogne, per assicurarsi che i topi non scappino, saranno presenti, inoltre, con ramazza e scopa, gli indefessi ripulitori del PD, e del culo di tatteo tenzi, in prima fila al grido di andiam’ a scopazzar’: Ernesto Carbone, applausoooooo e cioaneeee, subito al seguito Matteo Orfini, non lo scambiate per un topo di fogna, è proprio Matteo Orfini in persona, e anche le foto dei topi di Roma sono state spacciate per autoritratti dal medesimo individuo, che felice dichiara: “sono più bello in quelle foto!!! Tra gli altri si potranno ammirare all’opera Rosati, Romano, Guerini, rigorosamente in tenuta gialla, i moscerini restano avvisati, le mosche invece, non amano il giallo, ma insisteranno a perseguitarli come da sempre fanno, la merda non si nasconde sotto una maglia gialla, la parte femminile vedrà la presenza della Morani, con tailleur giallo e decoltè con tacco venti, rossetto leggero e capelli leggermente laccati lucidi, grande pulitrice, dicono che non lasci cadere nulla…, star del momento, la Serracchiani, ci delizierà con uscite di esilarante comicità, grande improvvisatrice e molto richiesta da Forza Nuova, donna di grande respiro…, io non mi avvicinerei molto l’alito è quello che è…., consumatrice abominevole di mentine bianche, schifa la liquirizia, dice che è troppo nera! La Boschi non sarà presente, aveva altri impegni nella pulizia di alcune banche…
La giornata proseguirà tra cassonetti dei rifiuti, zoccole, e fango televisivo, e quando sentirete le trombe fiatare, la fanfara risuonare, e la bandiera che salirà al vertice della mazza…, allora sarà arrivato il grande, l’unico, l’inimitabile, l’insuperabile cazzarooooo, svetterà su tutti, riconoscibilissimo dalla dentatura rigida e lo sguardo assente, traccerà la linea da seguire: “signori miei, questo non è un giorno come ieri, o come l’altro ieri, oggi, siamo qui per dare un senso alla speranza dei romani….”, una voce rompeva l’idillio: “tu fai senso…, ‘a speranza è chella ca mieza a tutt’ stà munnezza umana se portano pur’a te!”, il ragazzetto impavido aveva osato interrompere il “grande cazzaro”, nessuno aveva osato fino a quel momento, e i pochi giudici, e giornalisti veri, che parlavano di banche e di consip, venivano taciuti e sotterrati dai loro stessi colleghi, come traditori della patria, ma quel bambino non temeva, e continuava imperterrito: “munnezz’, ca l’unico sacchetto spuorco presente, si proprio tu!!!”, piano, piano, gli astanti sembravano apprezzare l’audacia del ragazzino, il Re era nudo, e anche gli altri al seguito del “cazzaro” presi dalla paura di una reazione del popolo, si davano a gambe levate, restava solo l’immenso nulla, con l’unica sacchetta d’immondizia in mano, tra l’altro portatagli dalla moglie Agnese con ritardo, e la folla aveva visto, allora anche lui preferì darsela a gambe elevate. Nessuna traccia del partito democratico in giro, anche i fari delle televisioni si erano spenti, e il New York Times, lascio i suoi redattori nelle fogne.
Finalmente Roma, era pulita!!!”
Fusco Bruno