Farmaci e corruzione: sul caso Parma il ministro Lorenzin non può restare immobile
Farmaci e corruzione: sul caso Parma il ministro Lorenzin non può restare immobile

Farmaci e corruzione: sul caso Parma il ministro Lorenzin non può restare immobile

“L’inchiesta del Nas per i presunti reati di corruzione e riciclaggio nel settore della sperimentazione farmaceutica è davvero inquietante e richiede la massima trasparenza e solerzia, anche da parte delle istituzioni. Per questa ragione presenteremo un’interrogazione rivolta al ministro Lorenzin per chiederle tutti i chiarimenti necessari circa i controlli effettuati relativamente ai casi di sperimentazione farmaceutica al vaglio della Procura, al fine di comprendere se nel sistema si siano verificate “falle””.
Così i deputati M5s in commissione Affari Sociali.

“Alla luce delle pesanti accuse nei confronti dei soggetti coinvolti nell’inchiesta chiediamo al ministero della Salute di adottare tutti i provvedimenti del caso, valutando l’opportunità di sospendere tutti gli eventuali incarichi ricoperti dal professor Guido Fanelli presso enti pubblici. La stessa misura cautelativa andrebbe adottata nei confronti del funzionario ministeriale che, a quanto si apprende dalla stampa, sarebbe indagato sempre nell’ambito della stessa inchiesta e che, tra l’altro, ricopre il ruolo di rappresentante per conto del ministero della Salute presso il Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici.

A tutti questi elementi aggiungiamo un dato politico saliente: è arrivato alla Camera il Disegno di legge delega Lorenzin, in materia di sperimentazione clinica di medicinali, e lo riteniamo totalmente inconsistente su trasparenza e conflitto di interessi. Per questo stiamo presentando degli emendamenti migliorativi al testo che devono assolutamente essere accolti. Tra questi segnaliamo quello che prevede l’assenza di conflitto di interessi tra quei soggetti che intervengano a vario titolo all’interno della catena della sperimentazione. Attraverso un altro emendamento chiediamo che venga garantita la totale indipendenza di chi si occupa della fase di sperimentazione e dei comitati etici rispetto ai soggetti finanziatori della sperimentazione stessa. Infine, va introdotta la totale trasparenza e tracciabilità dei finanziamenti compiuti da parte delle case farmaceutiche”.



Tutti i diritti sono degli autori indicati alla fonte: Giulia Grillo M5S : http://www.giuliagrillo.it/farmaci-corruzione-sul-caso-parma-ministro-lorenzin-non-puo-restare-immobile/